Sanità

Corretti stili di vita alimentari: fondamentale il ruolo del pediatra

bambini-cibo

ROMA – Perfezionare le conoscenze in tema di obesità, eccesso ponderale e corretti stili di vita alimentari per favorire le scelte consapevoli delle famiglie. È lo scopo del progetto ‘Costruiamo il futuro’, voluto dalla Fimp (Federazione italiana Medici Pediatri) e condiviso con la Sip (Società italiana di Pediatria), che ha appena preso il via e si articola in 10 tappe in altrettante città italiane nel 2016. Il progetto, nello specifico, ha come obiettivo quello di mettere in condizione il pediatra di famiglia di modulare al meglio i propri consigli per l’alimentazione complementare del neonato e per i periodi successivi della vita dei bambini assistiti. “Fimp vuole contribuire alla formazione del pediatra di famiglia- spiegano dalla Federazione- che è una figura di importanza strategica in quanto a contatto con i genitori sin dalla nascita del bambino e, quindi, in grado di orientare la famiglia verso le scelte alimentari più opportune per il neonato sin dai primi giorni di vita. Inoltre, il pediatra rappresenta anche una figura cruciale in qualità di mediatore della corretta informazione: l’accesso ad un altissimo numero di dati, spesso incontrollato, è fonte di confusione e può dar luogo ad atteggiamenti alimentari errati e non privi di rischio”. ‘Costruiamo il futuro, che vede coinvolta anche l’Andid (Associazione nazionale Dietisti) per la realizzazione di uno studio osservazionale e si avvale del patrocinio del ministero della Salute, è articolato in 10 corsi sviluppati sulle seguenti sessioni: 1) ricerca e nutrizione; 2) fabbisogni e linee guida; 3) sicurezza alimentare; 4) gestione dell’ambulatorio.

“Quella che ormai viene definita epidemia ‘obesità’- sottolinea Giampietro Chiamenti, presidente Fimp- non può non vederci coinvolti in prima persona. Per giocare questo importante ruolo è necessario che tutti i pediatri di famiglia perfezionino le loro conoscenze specifiche dell’eccesso ponderale e delle sue complicanze. Per arrivare ad un concreto approccio pratico e di cambiamento delle errati abitudini alimentari, verrà lanciato anche uno studio osservazionale che ci permetterà di tracciare lo stato dell’arte ed attivare le azioni correttive per permettere ai nostri bambini/famiglie di adottare stili di vita e nutrizionali più salutari”. Le tappe del progetto ‘Costruiamo il futuro’ sono: Bari (12 marzo), Napoli (19 marzo), Milano (16 aprile), Firenze (7 maggio), Palermo (11 giugno), Bologna (25 giugno), Roma (2 luglio), Torino (10 settembre), Catania (8 ottobre), Verona (12 novembre).

16 marzo 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»