Toscana

Meningite: vaccino per 1,5 milioni di persone

FIRENZE – “Vaccineremo nel complesso 1,5 milioni di persone, credo che sia giusto anzitutto fare un appello ai cittadini alla calma, perché il fenomeno non giustifica che si parli di pandemia o di altro, le nostre sono misure cautelari ancor prima che preventive, misure che sono fatte per vedere se per un certo periodo di tempo, per qualche anno possiamo stare relativamente tranquilli”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi nel corso di un briefing con la stampa sui provvedimenti assunti in data odierna dalla sua Giunta.

Le delibere presentate dall’assessore con delega al Diritto alla Salute, Stefania Saccardi, prevedono l’estensione della vaccinazione gratuita per gli over 45 per i pazienti residenti nell’Asl di area vasta Toscana centro, la riduzione del co-payment a 45,52 euro per i pazienti delle altre aziende sanitarie, dove la gratuità è compresa fra i 20 e i 45 anni.

vaccinoOltre a questo la Giunta ha anche stabilito la sottoscrizione di due protocolli con l’Agenzia regionale di sanità e con l’Istituto superiore di sanità, rispettivamente, per uno studio retrospettivo della malattia meningococcica C in Toscana e un’indagine sulla prevalenza nella popolazione del portatore sano di Neisseria Meningitidis. “Faccio un appello ai medici di famiglia- ha aggiunto-, perché laddove i vaccini sono erogati da loro non ci sono le code agli ospedali, purtroppo questo fenomeno c’è e se i medici di famiglia, come in alcune zone si impegnano la cosa va molto più liscia”.

Sul versante dell’impegno finanziario, “il governo- ha continuato- ci ha promesso qualche finanziamento, sono una ventina di milioni. Noi forse alla fine ne spenderemo 25“.

di Carlandrea Poli, giornalista

16 febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»