AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE sanità

Odontoiatria, Pollifrone (Cao Roma): “Prudenza su circolare Mise”

ROMA – “Una notizia purtroppo non diventa vera solo se la desideriamo tanto”. Prudenza da parte del presidente della Cao di Roma, Brunello Pollifrone, nel commentare la recente circolare del ministero dello Sviluppo economico sui requisiti per l’esercizio dell’attività odontoiatrica in forma societaria.

“Ci sono pareri discordanti da parte di esperti e tecnici- aggiunge parlando con l’agenzia Dire- dal momento che sembra sia cambiato poco dal punto di vista della normativa. Il parere del dicastero, insomma, sembra non essere esattamente ciò che auspicavamo”.

Il Mise si era espresso su una controversia aperta tra un professionista di Trento e l’Ufficio del Registro imprese locale, che non ha accolto l’iscrizione della srl come ‘attività odontoiatrica’, anche se questa si è dotata di un direttore sanitario. Da qui la conferma della valutazione dell’Ufficio del Registro, che ha sospeso la pratica segnalando come “l’attività di studio odontoiatrico (attività professionale protetta) può essere esercitata in forma societaria solamente da una società tra professionisti”. Quindi, conclude Pollifrone, al momento i toni “non possono essere trionfalistici: dobbiamo fare chiarezza sulla questione e sui passaggi burocratici che servono per aprire un’attività. E aprire uno studio dentistico è diverso da aprire una clinica privata”.

16 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988