Dopo la Tap il Muos: “Il governo Salvini-Di Maio è favorevole”

Inizia l'agitazione degli attivisti No Muos che avevano creduto alla promessa elettorale del M5S sul no al super radar Usa a Niscemi

Condividi l’articolo:

PALERMO – “Da oggi è una certezza: il governo Salvini-Di Maio è favorevole al Muos in Sicilia. All’udienza che si è aperta oggi davanti al Cga di Palermo, infatti, l’avvocatura dello Stato non si è presentata mantenendo quale posizione ufficiale del governo nazionale quella già depositata con la memoria che esprime un chiaro ‘Sì’ all’impianto e si oppone alle richieste avanzate dai Comitati e dalle amministrazioni locali. Sono quindi smentiti in modo evidente ed inequivocabili gli annunci fatti da Di Maio e dai suoi portavoce fino a pochi giorni fa”. Lo afferma in una nota Claudio Fava, del movimento Centopassi, presidente della Commissione antimafia dell’Assemblea regionale siciliana. E sulla rete inizia l’agitazione degli attivisti No Muos, come nel caso del Tap, avevano creduto alla promessa elettorale del M5S che il super radar Usa a Niscemi sarebbe stato bloccato.

Fava ora si chiede: “Cosa prevarrà fra i parlamentari regionali quando fra pochi giorni discuteremo all’Ars la mozione da me presentata? Cosa sceglieranno fra l’obbedienza dovuta ai capi romani dei propri partiti e la coerenza dovuta ai siciliani?”.

E ancora: “Vedremo se Musumeci-presidente e Musumeci-candidato alla presidenza la pensano allo stesso modo”.

Leggi anche:

15 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»