Emilia Romagna

Bologna, troupe ‘Striscia’ rapinata in Montagnola. Presi i primi 2 aggressori

BOLOGNA – Una troupe di “Striscia la notizia” è stata rapinata a Bologna, in Montagnola, da “una banda di malviventi”. I Carabinieri di Bologna centro hanno avviato le indagini per risalire agli autori che ieri sera hanno derubato una troupe della trasmissione satirica che si trovava all’interno del parco della Montagnola per un servizio giornalistico. Vittima dell’aggressione Vittorio Brumotti, campione italiano di bike trial e inviato per ‘Striscia’.

“Stando ai primi accertamenti- spiega una nota dei Carabinieri- una decina di soggetti, verosimilmente extracomunitari, si sarebbe impossessata mediante violenza di un paio di videocamere che la troupe aveva con sé”. Appresa la notizia, diverse pattuglie dei Carabinieri si sono recate sul posto e hanno iniziato a setacciare l’area, alla ricerca dei malviventi che sono riusciti a fuggire.

IL POST DI ‘STRISCIA’ SU FACEBOOK

Sul profilo Facebook della trasmissione televisiva, pochi minuti fa è comparsa una fotografia di Vittorio Brumotti scuro in volto, mentre sullo sfondo si vede un’auto dei carabinieri con i lampeggianti accesi. “Abbombazza 100% Brumotti e la sua troupe aggrediti in un parco a Bologna– si legge-. A breve seguiranno aggiornamenti sull’accaduto”, si legge nel post pubblicato su Facebook.

INDIVIDUATI I PRIMI 2 AGGRESSORI, INDAGINI PROSEGUONO

Individuati e denunciati due gambiani di diciassette e vent’anni, a Bologna, per l’aggressione alla troupe di ‘Striscia la notizia’ avvenuta ieri sera nel parco della Montagnola. I due, senza fissa dimora e pregiudicati, fanno parte del gruppo che ha aggredito l’inviato Vittorio Brumotti e gli altri membri della troupe. Le indagini proseguono per trovare gli altri componenti della ‘banda’. L’aggressione sarebbe stata portata a termine da un gruppo di una decina di persone che con violenza si è impossessato di due telecamere e le ha rubate.

LEGGI ANCHE Stasera a ‘Striscia’ il video con l’aggressione della troupe a Bologna


RAPINA A ‘STRISCIA’, SAMMARCO (FI): È INACCETTABILE

“Quello che è accaduto a Bologna è inaccettabile: un gruppo di stranieri ha aggredito e derubato un inviato di ‘Striscia la notizia’, che stava documentando come avviene lo spaccio di droga in un parco della città” e, oltre ad essere “inaccettabile”, per il parlamentare forzista Gianni Sammarco, “le cose che balzano all’occhio sono due: la prima è che gli stranieri si sentono padroni in casa nostra e non hanno paura di mostrarsi spavaldi anche di fronte alle telecamere; la seconda è che lo spaccio di droga è un fatto che li riguarda direttamente, inutile dire quanta delinquenza sia arrivata in Italia sui barconi”. Ora, conclude Sammarco, “mi auguro che queste persone vengano punite per quello che hanno fatto”. Il parlamentare esprime anche “solidarietà al giornalista e alla trasmissione con la speranza che questo fatto provochi una riflessione molto approfondita in chi ci governa”.

15 novembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»