Ambiente

Cibo, Last minute market premia la scrittrice Susanna Tamaro con l’Oscar della sostenibilità

BOLOGNA – Va alla scrittrice Susanna Tamaro il premio ‘Vivere a spreco zero‘, gli ‘Oscar’ italiani della sostenibilità ideati da Last Minute Market con la campagna “Un anno contro lo spreco”. La scrittrice dunque, viene eletta a testimonial dell’anno 2015. Ad annuncialo è l’agroeconomista Andrea Segrè, fondatore di Last Minute Market. “Un riconoscimento all’impegno di Susanna Tamaro per una svolta culturale rispettosa dell’ambiente e dell’uomo, fortemente legata alla prevenzione dello spreco di cibo e alla promozione dell’educazione alimentare“, spiega il professore bolognese, che presiede attualmente il comitato tecnico-scientifico del piano nazionale Prevenzione rifiuti e sprechi alimentari del ministero dell’Ambiente.

Il premio sarà consegnato a Padova il 6 novembre, alla presenza del sottosegretario all’Ambiente Barbara Degani, in occasione della cerimonia di assegnazione dei premi Buone pratiche.

Con la Giornata mondiale dell’alimentazione 2015 arriva anche il Rapporto 2015 dello spreco alimentare domestico dell’osservatorio Waste watcher di Last Minute Market/Swg. Quanto costa agli italiani lo spreco di cibo dalla dispensa di casa al frigorifero, dai fornelli al bidone della spazzatura domestico? “Vale complessivamente 8,4 miliardi di euro all’anno, ovvero 6,7 euro settimanali a famiglia per 650 grammi circa di cibo sprecato- spiega Segrè- e rappresenta circa il 50% dello spreco generato nell’intera filiera agroalimentare. Quest’anno abbiamo deciso di complementare l’indagine qualitativa con i ‘Diari di famiglia’, una stima quantitativa dello spreco alimentare delle famiglie italiane”.

15 ottobre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»