Emilia Romagna

‘Egitto Splendore millenario’, inaugurata la mostra dell’anno a Bologna

BOLOGNA  – Presentando oggi la mostra dell’anno a Bologna, quella sull’Egitto al Museo civico-archeologico, il sindaco Virginio Merola non ha mancato di ringraziare pubblicamente “il mio predecessore” alla Cultura, “Alberto Ronchi”. Assente dal primo atto della mostra dopo il licenziamento arrivato la settimana scorsa, Ronchi ha seguito le fasi preparatorie della mostra e ha curato insieme all’ex collega Riccardo Malagoli il restyling del Museo civico-archeologico, sul quale l’amministrazione ha investito 1,5 milioni di euro.

“Una mostra irripetibile- definisce Merola ‘Egitto Splendore millenario’– farà parlare di Bologna nel mondo e si unisce alle tante iniziative culturali di questa città che sta dimostrando una vivacità culturale che non si vedeva da tempo”. Anche Lorenzo Sassoli de’ Bianchi, presidente della Istituzione musei, esalta la ‘rinascita’ bolognese. “E’ un momento fertile per la nostra città. A Bologna è tutta una iniziativa culturale anche grazie al rapporto pubblico-privato. Basta pensare a cosa è successo negli ultimi 15 giorni. Questa mostra crescerà. Mi auguro di vedere lunghe file lungo il Pavaglione”. Intanto la mostra ha già ottenuto la medaglia d’oro al merito artistico dalla presidenza della Repubblica, esibita da Merola durante la conferenza stampa tenuta questa mattina al museo alla vigilia dell’apertura ufficiale di domani (la mostra prosegue fino al 17 luglio 2016).

Realizzata grazie al prestito di 500 reperti provenienti dal museo nazionale di Leiden, oltre che da contributi dei musei egizi di Torino e Firenze, l’esposizione si sviluppa su 1.700 metri quadrati. La mostra documenta circa 3.000 anni di storia egizia e si articola in sette sezioni ordinate cronologicamente. Se ben difficilmente queste collezioni si troveranno insieme altre volte, il Comune conta di sfruttare anche per il futuro il nuovo allestimento del Museo civico-archeologico. “Non sara’ una mostra mordi e fuggi, ma fa parte di una strategia di potenziamento della nostra offerta culturale. C’e’ un nuovo contenitore nel cuore della città”, sottolinea ancora il sindaco e assessore Merola. Trenitalia è partner tecnico della mostra e ha messo in campo una promozione “2×1” riservata ai clienti che raggiungeranno Bologna con le ‘Frecce’ per ammirare i capolavori egizi. Per usufruire della promozione basterà essere possessori della CartaFreccia o esibire al botteghino della mostra il biglietto delle Frecce, in formato digitale o cartaceo, destinazione Bologna, in una data antecedente al massimo di tre giorni rispetto a quella della visita. Si pagherà così un solo biglietto a fronte di due ingressi.

di Mirko Billi

Giornalista professionista

15 ottobre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»