AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE marche

Marche, Silvestrini (Cna): “Vicini al territorio per gestire il cambiamento”


ANCONA – “Occorre ridare nuova lena a tutto il sistema produttivo marchigiano”. Lo ha detto il segretario generale della Cna Sergio Silvestrini intervenendo all’assemblea elettiva di Cna Marche che si è tenuta ieri all’Istao di Ancona. Un’iniziativa a cui, tra gli altri, hanno preso parte il governatore delle Marche Luca Ceriscioli, il deputato Paolo Petrini (Pd) e il rettore dell’Università di Ancona, Sauro Longhi.

“Le Marche vengono da un periodo complesso e difficile- spiega Silvestrini-. Penso alla crisi di Banca Marche e di alcuni settori strategici per lo sviluppo regionale e poi al terremoto. E’ necessario ridare nuova lena a tutto il sistema produttivo regionale in particolare alle piccole medie imprese che ne sono l’anima e l’architrave”. Se “riprendono le nostre imprese riprende l’economia nelle Marche che ha un differenziale di sviluppo significativo rispetto al centro nord. Noi dobbiamo riequilibrare questa tendenza e ripartire con la laboriosità che è tipica delle Marche”.

Nel suo intervento il presidente Ceriscioli ha ricordato gli investimenti che si stanno mettendo in moto in questi giorni nelle Marche: oltre 200 milioni di euro sbloccati dal fondo sanitario e 299 milioni di euro di investimenti in opere pubbliche a seguito del sisma. Risorse che inietteranno nuova liquidità nel sistema. La Cna si propone, come sempre, come interlocutore affidabile per la Regione. “La Cna lo è da sempre per le istituzioni- conclude Silvestrini- Siamo un interlocutore primario. Un interlocutore sapiente che sa concertare le sfide che aspettano la nostra regione. Noi difendiamo gli interessi del mondo che rappresentiamo cercando però di coniugarli con gli interessi generali della regione e del paese. La sfida che abbiamo dinanzi è esattamente questa”.



“DARE SLANCIO A SISTEMA MARCHIGIANO”

“Per affrontare il cambiamento occorre connettersi sempre di più al territorio ed avere una dimensione che, al tempo stesso, superi lo stesso territorio”. Ha detto all’agenzia Dire il segretario generale di Cna Sergio Silvestrini a margine dell’assemblea elettiva di Cna Marche.

“Nulla è più costante del cambiamento nella storia dell’umanità- premette Silvestrini- Il cambiamento in corso nel mondo è un cambiamento radicale e noi come Cna dobbiamo seguire il corso della trasformazione economica, culturale e sociale dei nostri tempi. Dobbiamo creare un’associazione all’altezza della sfida del 21esimo secolo. Per far ciò occorre sempre di più connettersi al territorio e sempre più avere una dimensione che in qualche modo supera lo stesso territorio”.

L’assemblea dell’associazione di categoria ha confermato all’unanimità il presidente regionale Gino Sabatini e il segretario regionale Otello Gregorini.

“Dobbiamo stare accanto alle imprese in termini nuovi, formare gli imprenditori e dargli input per le nuove sfide che hanno di fronte- continua Silvestrini- Dalla digitalizzazione alla globalizzazione, dai nuovi modelli di business fino al superamento della mera logica produttiva distrettuale e al concetto di qualità. Perché il nostro mondo sa fare cose belle. Siamo riconosciuti nel mondo per la bellezza e la qualità che sappiamo imprimere alle nostre produzioni. Non a caso oggi le nostre esportazioni superano del 6% quelle del 2007”.

 

15 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram