Scommesse su Gomorra, Agipro: "Chi vince è sempre il banco" - DIRE.it

Scommesse su Gomorra, Agipro: “Chi vince è sempre il banco”

gomorra-serie stagione 2ROMA – C’è chi è rimasto senza parole e ha sfogato tutto il suo stupore sui social, e chi ha liquidato tutti con un ‘mi aspettavo questa fine’. Una cosa è certa: il finale della seconda stagione di ‘Gomorra’ ha catalizzato l’interesse del pubblico della serie, e non solo.

Impossibile che anche l’attenzione dei bookmaker non cadesse sulla fortunata serie televisiva in onda su Sky, capace di registrare il suo miglior risultato di sempre negli ascolti e oltre 10mila tweet nel corso delle puntate di questa seconda stagione. Come riportato ieri dall’Agenzia DIRE, nei giorni scorsi il sito WinkaBet.net, con marchio Skynet NV, società registrata a Curaçao (ma che in Italia raccoglie scommesse online senza autorizzazione) ha aperto le giocate sul finale della stagione di Gomorra. ‘Chi ucciderà O Zingariello?’, una delle scommesse aperte, ma anche ‘Chi vivrà di più?’, con tanto di testa a testa tra Malammore e O Cardill, oppure tra O Zingariello e Lelluccio.

“Un’idea che non è passata inosservata– scrive l’Agipro, Agenzia di stampa giochi e scommesse- tanto che il traffico, nelle ore a ridosso delle puntate di ieri, avrebbe raggiunto diverse centinaia di migliaia euro, portando gli stessi gestori del sito a chiudere con anticipo le giocate. Ieri sera, attorno alle 20, era ancora possibile puntare su ‘Chi ucciderà Lelluccio?’ o ‘Chi ucciderà O Cardill’ ad esempio, ma i quotisti avevano abbassato la posta fino al simbolico 1,01. Visti i rischi di ‘spoiler’ collegati a questa tipologia di scommesse (gli eventi nella sceneggiatura di un programma registrato) un’iniziativa del genere sembra pensata per raccogliere un po’ di pubblicità gratis di ‘rimbalzo’, con la possibilità per un bookie non autorizzato e con sede nei Caraibi, non solo di stoppare le giocate in caso di puntate eccessive, ma anche di negare le vincite ai giocatori italiani”. Neppure l’abilità dei bookmaker, comunque, è bastata per immaginare la sorpresa finale: “In lavagna nessuna traccia del ‘cliffhanger’ che ha tenuto incollati alla tv 1 milione e 200 mila spettatori e che fa presagire una terza stagione di fuoco“, conclude l’Agenzia di stampa giochi e scommesse.

15 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»