Si parla di: #Palermochiamaitalia, il 23 maggio per dire no alla mafia; A Cinisi per ricordare Impastato;

#Palermochiamaitalia, il 23 maggio per dire no alla mafia
E’ dedicato agli uomini e alle donne delle scorte, eroi silenziosi che rischiano quotidianamente la vita per proteggere servitori dello Stato come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, il tema della riflessione dei 70mila ragazzi e ragazze di tutta Italia che saranno coinvolti nella commemorazione del 26esimo anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio. Nel nome degli ‘angeli custodi’ del passato e del presente si svolgeranno tutte le iniziative promosse quest’anno dal Ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca e dalla Fondazione Falcone. Fra queste, la Nave della Legalita’ che salpera’ il 22 maggio prossimo dal porto di Civitavecchia con a bordo oltre 1.000 studenti che, insieme a magistrati e rappresentanti delle Istituzioni, raggiungeranno l’indomani Palermo per unirsi a migliaia di altri giovani e dire ‘no’ a tutte le mafie e alla criminalita’ organizzata.

A Cinisi per ricordare Impastato
Entusiasmo e coinvolgimento hanno scandito la giornata del 9 maggio con una folla di studenti radunata intorno al casolare di contrada Feudo, a Cinisi, per ricordare Peppino Impastato nei luoghi in cui fu assassinato dalla mafia 40 anni fa. I ragazzi sono arrivati da ogni parte della penisola, dalla Toscana, dal Lazio, dalla Liguria, Lombardia, Campania, Puglia ed in prevalenza da diverse città della Sicilia, tutti uniti per partecipare al presidio organizzato dall’associazione “Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato” e per ascoltare dalla viva voce di Giovanni Impastato e dei compagni di Peppino, chi era il giovane militante che, con sferzante ironia, denunciava e lottava contro Cosa Nostra.

Piccoli ortisti crescono: l’educazione in natura di ‘Io sono’
Una scuola aperta al territorio per un territorio aperto alla scuola. E’ questo il senso del percorso di educazione in natura che l’associazione ‘Io sono’ porta avanti dal 2015 a Roma nel contesto degli orti urbani Tre Fontane. Un progetto educativo in cinque incontri nato nel 2016, che tra febbraio e maggio di quest’anno ha coinvolto circa 550 bambini, dai 3 ai 10 anni, dei cinque plessi dell’istituto comprensivo ‘Poggiali Spizzichino’. Obiettivo del percorso farli uscire dall’aula, che spesso limita la loro fantasia e creativita’, per sperimentare cosa significa lavorare in gruppo e unirsi per raggiungere scopi comuni e tirare fuori le emozioni che il contatto con la natura riesce a suscitare.

Caivano, scuola aperta il pomeriggio
All’istituto ‘Morano’ di Caivano, alle porte di Napoli, i ragazzi dell’alberghiero non perdono tempo e anche di pomeriggio lavorano. Guidati dai docenti, si esercitano nella cucina classica napoletana, senza tralasciare le tradizioni ma con un pizzico di estro. Tra crostatine e montanare, con le mani in pasta, i ragazzi imparano a stenderla, a maneggiarla e a curarla, per farla diventare la base delle loro creazioni. Ma l’alberghiero il pomeriggio non e’ solo questo. Proprio nei locali vicini i ragazzi che studiano le discipline sala e bar fanno un altro laboratorio dal nome fantasioso, “Latte e arte”.

Io Vivo Sano, la tappa romana
Abuso, salute e consapevolezza. Questi, i tre grandi temi affrontatiin occasione della campagna ‘Io vivo sano’ della Fondazione Veronesi che ha fatto tappa a Roma nell’aula magna del liceo artistico Ripetta. Dopo la proiezione del film ‘Flight’ l’intervento di Emanuele Scafato irettore dell’Osservatorio nazionale sull’alcol e sulle dipendenze dell’Istituto Superiore di Sanita’.


Dalle scuole:

 

Liceo Argan di Roma
“Arte dentro” è il titolo della mostra-concorso degli studenti. Il progetto ha come scopo la promozione dell’arte contemporanea nelle periferie, luoghi della città solitamente trascurate dalle istituzioni pubbliche e dal mercato.

I.C. Micheli di Roma
L’istituto ha organizzato a Roma con il Corecom Lazio l’incontro ‘Media & minori: quali pericoli, come prevenirli. Docenti consapevoli, genitori responsabili’.

IC Sinopoli-Ferrini di Roma
Gli studenti, accompagnati dalla docente Paola Spinelli, per il Ventotene Europa Festival.

IIS Fermi di Catanzaro
Studenti in Repubblica Ceca e Portogallo con il programma Erasmus+.

Istituto Da Vinci di Acquapendente
Alessandra Gallo, studentessa della classe 5^ A del liceo scientifico ha partecipato alle finali nazionali delle olimpiadi di Matematica.

Istituto superiore Carlo Anti di Villafranca di Verona
Il 18 maggio all’istituto si terrà la ‘Fiera delle imprese formative simulate’.

15 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»