Emilia Romagna

Oggi StraBologna per tutti, di corsa o in passeggino

STRABOLOGNA 2013

BOLOGNA – Di corsa oppure passeggiando, ma anche sui pattini, spingendo un passeggino o portando il cane al guinzaglio: è sempre StraBologna, la manifestazione organizzata dalla Uisp che oggi torna in campo per la sua 37esima edizione. Le iscrizioni già registrate a metà della settimana scorsa erano già 4.000, ma gli organizzatori puntano quantomeno ad eguagliare i 9.600 partecipanti (quelli paganti, visto che poi non manca chi si accoda) dell’anno scorso. La quota è di quattro euro per gli under 14 e di sei per i più grandi. I primi 10.000 iscritti avranno in cambio una maglietta e, per ogni adulto, un euro sarà devoluto all’Associazione italiana contro l’epilessia. La corsa è partita da via Rizzoli alle 10,30. Sono previsti tre possibili percorsi (da 3,7 o 7,7 o 12,3 chilometri) tratti da MuoviBo, la “metropolitana simbolica” ideata dalla Uisp per incentivare i bolognesi a camminare per tenersi in forma: lungo il tragitto non ci sono barriere architettoniche e si seguono i portici, così in caso di maltempo la passeggiata è salva. Con queste premesse, anche quest’anno la StraBologna sarà “un’occasione per le famiglie di stare insieme e vedere parti di Bologna che spesso nelle giornate concitate non si vedono”, sottolinea il presidente della Uisp, Fabio Casadio: insomma, si tratta di “un momento sociale più che sportivo”.

strabolognaPer la Uisp c’è da mettere in campo “un impegno ancora maggiore”, aggiunge Casadio, perchè è scomparso Franco Carati, per anni a capo del comitato organizzatore: “Cercheremo di ricordarlo con un evento che non faccia sentire la sua mancanza”. Scontata l’adesione dell’Ausl: “Come compito istituzionale dobbiamo promuovere i sani stili di vita e l’attività fisica è al primo posto”, ricorda Fausto Francia, direttore del dipartimento di Sanità pubblica. E proprio la StraBologna, aggiunge Francia, è uno dei segnali in base al quale si può dire che “la città ha sicuramente recepito il messaggio”. “La StraBologna racconta le sfide dello sport ed è anche una metafora della vita delle imprese”, commenta Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Assimprese, main sponsor della manifestazione: “Dopo la partenza, l’impresa deve mantenersi in allenamento, per rimanere competitiva sul mercato e poter fornire il miglior prodotto, o il servizio giusto, al suo territorio, che è il traguardo a cui punta l’imprenditore”. La StraBologna è un evento entrato nel cuore dei bolognesi, della città e anche di tanti sportivi che vengono da fuori“, aggiunge Giancarlo Tonelli, direttore generale di Ascom, altro soggetto che collabora all’appuntamento. Si tratta di “una bellissima iniziativa che ha permesso e permette, inoltre, di far conoscere tutto il nostro centro storico”, sottolinea Tonelli.

di Maurizio Papa, giornalista professionista

15 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»