AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Scuola, siglato nella notte l’accordo con il Comune di Roma sul salario. Nieri-Masini: Percorso condiviso

Maestre in CampidoglioROMA – È stata siglata questa notte l’intesa tra Roma Capitale e i sindacati sulla riorganizzazione dei servizi educativi e scolastici di Roma Capitale nell’ambito del contratto decentrato. “C’è grandissima soddisfazione per aver chiuso, in poche settimane, l’accordo sul settore educativo e scolastico, ha detto il Vicesindaco Luigi Nieri. “L’amministrazione e le organizzazioni sindacali, che ringrazio per l’impegno e il senso di responsabilità mostrato, hanno svolto un eccellente lavoro a tutela dei diritti delle educatrici e di tutto il personale scolastico, il cui lavoro è per noi prezioso e centrale per garantire ai cittadini di Roma i migliori servizi. Siamo perciò molto contenti di aver raggiunto un risultato di piena condivisione cui l’amministrazione ambiva sin dall’inizio di questo delicato percorso. Dobbiamo ringraziare anche la maggioranza capitolina, che ci ha sostenuto in questo fondamentale momento di confronto”, ha concluso.

“Con questa intesa- ha detto l’assessore alla Scuola Paolo Masini- si fa un passo avanti cruciale sulla riorganizzazione dei servizi educativi e scolastici, e si torna a parlare di offerta formativa in un’ottica di qualità e partecipazione. Siamo stati impegnati dal primo all’ultimo momento nel promuovere un percorso condiviso con insegnanti, genitori, rappresentanze sindacali e tutte le componenti della comunità scolastica. Quello raggiunto stanotte- ha concluso Masini- è un risultato molto importante”.

“Anche questa volta si è arrivati alle prime luci dell’alba per trovare un’intesa sui servizi educativi di Roma capitale, per superare quanto previsto nell’atto unilaterale dell’amministrazione capitolina. L’accordo è stato trovato con tutte le sigle rappresentative presenti al tavolo (Cgil, Cisl, Uil, Csa) e con le Rsu” dicono in una nota congiunta Natale Di Cola, Segretario generale Fp-Cgil Roma Lazio, e Roberto Chierchia, Segretario generale Cisl Fp Roma e Lazio. “Le nuove regole non potranno però essere applicate subito, perché l’amministrazione intende dare seguito a quanto convenuto solo a conclusione di un’intesa su tutto il contratto integrativo dei 24.000 dipendenti comunali- spiegano Di Cola e Chierchia- Il tavolo riprenderà quindi i lavori per definire le regole per il salario accessorio. Sarebbe però irragionevole se l’amministrazione non applicasse quelle parti della nuova organizzazione che non hanno riflessi sulle norme della contrattazione decentrata, attivando ad esempio le parti che riguardano il sistema delle sostituzioni del personale assente e i nuovi orari; in questo modo si ridurrebbe a condizioni decenti il carico di lavoro, si tornerebbe ad offrire standard di qualità per il servizio ai bambini e alle famiglie e si determinerebbero maggiori opportunità di lavoro per le lavoratrici precarie”. Infatti, il sindacato “si è assunto le proprie responsabilità per far uscire dall’emergenza asili nido e scuole dell’infanzia, ci aspettiamo atti immediati in questa direzione anche dall’amministrazione capitolina- continuano i due sindacalisti- Lo ribadiremo oggi pomeriggio all’iniziativa pubblica organizzata da Fp Cgil e Cisl Fp (alle 16, sala ‘fredda’, Via Buonarroti 12, Roma), a cui sono stati invitati, oltre ai rappresentanti delle istituzioni e delle famiglie, gli esponenti delle altre sigle sindacali per valorizzare l’accordo e ricostruire un rapporto unitario necessario alla vertenza generale”, concludono Di Cola e Chierchia.

15 maggio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988