Tra Sardegna e Corsica il patto delle isole. “Firma storica”

Corsica_sardegnaCAGLIARI – “Una firma storica”. Così il presidente della Corsica Gilles Simeoni ha definito, ieri sera ad Ajaccio, la doppia sigla, sua e del presidente della Sardegna Francesco Pigliaru, sulla dichiarazione d’intenti tra le due isole che costituisce il primo passo del “patto tra le isole” che coinvolgerà anche le Baleari. Una riflessione condivisa da Pigliaru, che ha messo l’accento sulla volontà di lavorare concretamente su problemi comuni per trovare insieme soluzioni specifiche. Nello spirito del “Patto nuovo tra due isole sorelle nel Mediterraneo”, la Corsica e la Sardegna si propongono come piattaforma unica per dialogare con l’Unione Europea e con la sponda sud del Mediterraneo.

La volontà, si legge nel documento, è quella “di dare alla cooperazione tra la Corsica e la Sardegna una dimensione strategica, che permetterà alle due isole sorelle e ai loro rispettivi popoli, di promuovere i loro comuni interessi, non solo nei confronti dei rispettivi Governi statali, ma anche nei confronti delle autorità dell’Unione europea. In particolare dal punto di vista della evoluzione normativa ed istituzionale. Ed insieme intendono assumere un ruolo di ponte tra le sponde Nord e Sud del Mediterraneo“.

Leggi qui l’intero documento: Dichiarazione intenti Sardegna Corsica

di Andrea Piana, giornalista

(immagini tratte da Sardegna Digital library della Regione autonoma Sardegna)

15 Mar 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»