AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Sciopero al MAXXI, ma il museo resta aperto

O: TotaleA causa di uno sciopero dei dipendenti di Civita Cultura s.r.l., società che gestisce i servizi strumentali del museo e che ha aperto nei loro confronti una procedura di mobilità, la fondazione Maxxi si è trovata oggi a fronteggiare una serie di disservizi. E’ stato comunque possibile, spiega una nota, garantire il funzionamento del museo e non è stato cancellato nessuno degli eventi previsti nella programmazione odierna. E’ quanto ha fatto sapere lo stesso MAXXI in una nota ufficiale.

Tuttavia, si legge, “in merito all’appalto per la gestione dei servizi strumentali e alla situazione dei lavoratori del gestore uscente Civita Cultura, la fondazione MAXXI intende precisare quanto segue. Il contratto di affidamento dei servizi strumentali del Museo, sottoscritto il 2 dicembre 2010 con Civita Cultura aveva termine il 2 dicembre 2014.  La fondazione Maxxi pertanto, il 3 ottobre 2014, ha avviato una procedura di gara europea aperta, per consentire la più ampia partecipazione possibile, nel rispetto del quadro normativo vigente, senza inserire clausole ritenute anticoncorrenziali dalla giurisprudenza nazionale e comunitaria. Tale bando è stato predisposto pensando a una ridefinizione complessiva  del servizio di biglietteria/assistenza di sala che fosse più rispondente alle esigenze e alle sfide che la Fondazione si è posta.

Il superamento del regime di royalty che, fino ad oggi, garantiva al concessionario quasi il 30% dell’incasso di biglietteria vincolando e limitando la fondazione nelle proprie scelte di ticketing, permetterà al MAXXI di sviluppare politiche che vadano sempre più incontro alle esigenze del pubblico. Per esempio, da Ottobre 2015, sarà possibile offrire gratuitamente a tutti la visita alla collezione permanente del museo”.

Alla nuova gara hanno partecipato quattro aziende. Ha vinto National Service s.r.l., azienda di comprovata esperienza che gestisce tra l’altro la custodia e l’accoglienza all’Auditorium Parco della Musica, all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, a Galleria Colonna. Per la biglietteria, si avvale della società partner Best Union  che gestisce, tra l’altro, i sistemi di biglietteria on site e on line di Expo Milano 2015, Biennale di Venezia, Metropolitan Museum, Louvre.

“La fondazione MAXXI- si legge ancora- comprendendo le preoccupazioni dei lavoratori sottese all’avvicendamento dei gestori, si augura che la vertenza trovi soluzione nelle competenti sedi, attraverso il confronto tra lavoratori e imprese, nell’ambito della propria rispettiva autonomia negoziale; non spettando, del resto, alla fondazione ingerirsi nell’organizzazione aziendale degli appaltatori. L’affidamento dei servizi al nuovo concessionario vincitore della gara, non comporterà la cancellazione di alcun posto di lavoro”.

15 marzo 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988