Bonus bebè, Maroni: "E' per chi nasce, non per chi adotta" - DIRE.it

Lombardia

Bonus bebè, Maroni: “E’ per chi nasce, non per chi adotta”

MILANO – “Non è una misura a sostegno della famiglia ma una misura a sostegno della natalità, cioè viene dato al bambino che nasce, non al bambino adottato“. Così il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni in merito alla polemica sul bonus bebè deciso dalle istituzioni regionali (guarda il video). “Altre sono le misure a sostegno della famiglia e se queste famiglie rientrano nelle misure, ricevono il beneficio. Questa è una misura specifica per la natalità, per questo motivo non viene data”, spiega il governatore a margine di un convegno promosso da Confcommercio con le reti del settore terziario intitolato “Insieme protagonisti della ripresa”.

maroniMaroni replica anche alle contestazioni da parte del centrodestra, in particolare di Ncd: “Natalità vuol dire qualcuno che nasce, non qualcuno che viene adottato. Sono cose diverse. Adesso siamo nella fase della definizione delle nuove misure per il reddito di autonomia 2016, abbiamo messo 200 milioni, allora a chi critica dico ‘andate a vedere le regioni che cosa hanno fatto: zero’. Piuttosto che criticare magari riconoscete che la Lombardia da questo punto di vista sta facendo cose che voi umani non potreste neanche immaginare. Siamo nella fase di revisione e tutte le idee e le buone proposte vengono accolte, discusse e valutate. Valuteremo anche questa, ma non c’è un errore o una contraddizione perché- conclude- è una misura per la natalità non per la famiglia”.

di Nicola Mente, giornalista

15 febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»