AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE sardegna

Torna il Sardinian Job Day, ci sono Poletti e Lotti, mancano associazioni di categoria

G. Poletti

G. Poletti

CAGLIARI- Dopo le edizioni dell’anno passato a Cagliari e Alghero, torna il Sardinian Job Day. L’iniziativa, organizzata dalla Regione, è in programma a Cagliari venerdì 12 e sabato 13 febbraio, con due giornate dedicate al lavoro nel settore turistico, con convegni, seminari e laboratori, eventi e dimostrazioni. Presenti anche il ministro del Lavoro Giuliano Poletti e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Luca Lotti. Anche quest’anno durante l’evento si terranno veri e propri colloqui di selezione, sulla base delle richieste pubblicate dalle aziende che si possono consultare e alle quali ci si può candidare online sul sito www.sardinianjobday.it. Gli spazi della Fiera Internazionale della Sardegna- che ospitano la manifestazione- si trasformeranno così, per 48 ore, in una vera e propria “Cittadella del lavoro”, con aree espositive e banchetti informativi. “Un luogo vivace e stimolante da visitare soprattutto per i giovani- si legge in una nota della Regione- in cui si parlerà di politiche attive e di servizi per il lavoro e dove si potranno anche frequentare mini corsi per acquisire maggiori competenze nelle attività essenziali da mettere in atto quando si va alla ricerca di un’occupazione, dall’elaborazione di curriculum e video presentazioni alla cura della web reputation alle tecniche di coaching”.

Un evento al quale non parteciperanno però Confcommercio, Confindustria, Confesercenti e Confapi Sardegna, che in una lettera inviata questa mattina al presidente della Regione, Francesco Pigliaru, all’assessore al Lavoro Virginia Mura, all’assessore al Turismo Francesco Morandi, e al direttore dell’Agenzia Regionale del Lavoro, Massimo Temussi, spiegano i motivi di questa scelta: “Pur esprimendo apprezzamento per l’iniziativa “Sardinian Job Day Turismo 2016” che finalmente cerca di dare una risposta all’incontro tra domanda e offerta di lavoro nel settore turistico- scrivono Agostino Cicalò (Confcommercio), Alberto Scanu (Confindustria), Marco Sulis (Confesercenti) e Gianfrancesco Lecca (Confapi)– non saremo presenti e non potremo conseguentemente sollecitare le imprese nostre associate alla partecipazione. Proprio per l’importanza dell’evento occorreva, in fase di programmazione dello stesso, coinvolgere le scriventi associazioni, rappresentative del mondo del turismo nell’Isola- spiegano-. Riteniamo questa grave disattenzione accentuata dalle date scelte per la realizzazione dell’evento, ovvero il 12-13 febbraio, concomitanti con la Bit – Borsa Internazionale del Turismo di Milano, alla quale parteciperanno gran parte delle strutture ricettive ed imprese del turismo dell’Isola, oltre alla Regione Sardegna con un suo stand”. Secondo le associazioni di categoria il Sardinian Job Day Turismo 2016 dovrebbe vedere protagonisti “i giovani che cercano di realizzarsi in questo settore e le imprese che offrono lavoro, invece rischia di trasformarsi in una passerella di sottosegretari e ministri”.

Di Andrea Piana – Giornalista

15 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988