AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Riformisti quasi al completo a debutto LabDem. Assente il Partito socialista

SAN MARINO – I riformisti sammarinesi ci sono e sono tanti: a dimostrarlo è la risposta di pubblico al primo incontro pubblico di LabDem, associazione politico-culturale, tenuta ieri sera alla Sala Montelupo di Domagnano. Un appuntamento che ha richiamato numerosi politici e aderenti alle forze che si riconoscono nel progetto del tavolo riformista, a partire dagli appartenenti dal Partito dei socialisti e democratici, in cui volti in platea erano i più numerosi. Tra i big: il segretario Marina Lazzarini, invitata al dibattito, ma anche il segretario di Stato Giuseppe Maria Morganti, seduto in prima fila, poi numerosi i consiglieri presenti in sala.

san marino_labdem

Non mancavano all’appello consiglieri, vertici e aderenti di Sinistra unita, infine a presenziare un movimento “interessato” al progetto riformista, c’era Andrea Zafferani di C10.

Assenza pesante invece è stata quella del Partito socialista, all’indomani dell’azzeramento delle cariche interne: in platea erano presenti due consiglieri, Simone Celli e Rossano Fabbri, nessuno al tavolo del dibattito. Per Federico Crescentini, il rifiuto a partecipare alla serata del Ps, è “una triste decisione“. Nella sua introduzione, lo stesso ex del Partito socialista rimarca che “qui si parla di riformismo e a mancare è proprio un partito che si definisce socialista e che dovrebbe assumere la guida di questo progetto”. E ancora: rifiutare il confronto è “un atto di immane debolezza”.

15 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988