Consip, la procura chiede il processo per l’ex ministro Lotti, Tiziano Renzi verso l’archiviazione

La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio, nell'ambito dell'inchiesta Consip, per 7 persone: oltre all'ex ministro anche l'ex comandante generale dell'Arma, Tullio Del Sette.

ROMA – La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio, nell’ambito dell’inchiesta Consip, per 7 persone indagate. Tra loro l’ex ministro dello Sport e attuale deputato Pd, Luca Lotti, accusato di favoreggiamento, l’ex comandante generale dell’Arma, Tullio Del Sette, per rivelazione del segreto d’ufficio, il comandante della Legione Toscana dei carabinieri, Emanuele Saltalamacchia, per favoreggiamento, l’ex carabiniere del Noe e oggi assessore alla Sicurezza di Castellammare di Stabia, Gianpaolo Scafarto, accusato di aver “truccato e depistato” l’inchiesta per “incastrare” Tiziano Renzi, papà dell’ex segretario del Pd, Matteo.

Proprio per Renzi senior il procuratore Giuseppe Pignatone, l’aggiunto Paolo Ielo e il pm Mario Palazzi hanno chiesto l’archiviazione perché “non vi sono elementi per sostenere un suo contributo nel reato” di traffico illecito di influenze.

Tra i soggetti per i quali è stato chiesto il rinvio a giudizio anche l’ex colonnello dell’Arma, Alessandro Sessa, il presidente di Publiaqua, Filippo Vannoni, e l’imprenditore Carlo Russo.

Leggi anche:

14 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»