Nidi Milano, sono sempre di più i condomini che ‘cacciano’ gli asili

Dopo il caso de 'La locomotiva di Momo', Assonidi lancia l'allarme: i condomini mettono clausole ad hoc anti-nidi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Non è isolato a Milano il caso di condomini che vogliono “cacciare” dal proprio edificio asili nido come avvenuto per la ‘Locomotiva di Momo‘, utilizzando anche clausole ‘ad hoc’ anti-nidi. Lo segnala Assonidi, Associazione asili nido e scuole dell’infanzia privati aderente a Confcommercio Milano, che oggi rinnova la sua vicinanza all’asilo nido e scuola dell’infanzia “La Locomotiva di Momo“, che, salvo parere contrario della Corte di Cassazione, sarà costretta a chiudere le porte ai suoi piccoli utenti a causa del “disturbo” arrecato dai bambini ai condomini.

“Risulta alquanto paradossale e preoccupante- afferma la presidente Federica Ortalli- che in una città come Milano, fiore all’occhiello ed esempio per tutto il Paese, in tema di politiche di welfare e di conciliazione famiglia-lavoro, una struttura con decenni di esperienza in ambito pedagogico ed educativo, debba subire tale assurda sentenza”, da parte della Corte d’Appello di Milano.

Secondo Ortalli, “il tema è di grande attualità in quanto non si tratta di un episodio isolato“, precisando che “sempre più spesso i regolamenti condominiali prevedono ‘clausole’ che vietano l’apertura di asili nido e/o scuole dell’infanzia negli stabili”. Oppure, continua la presidente di Assonidi, “si verificano casi di contestazioni nei confronti delle strutture esistenti, anche queste con lo scopo di portarle ad una forzata chiusura o trasferimento”. Per questo motivo, dice ancora Ortalli lanciando un appello: “Si invitano tutti i gestori dei servizi all’infanzia e le loro famiglie utenti a manifestare la propria solidarietà alla Locomotiva di Momo, utilizzando l’hashtag #giustiziapermomo sulle proprie pagine social personali ed aziendali”. 

Ortalli fa poi un altro annuncio: “Riconoscendo la centralità del bambino quale elemento fondante per la Milano che sarà, Assonidi ha deciso di lanciare la campagna ‘Milano loves children’ con l’obiettivo di creare una Città a misura di bambino, un ambiente inclusivo e stimolante in cui vivere, crescere e diventare i cittadini del futuro”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

14 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»