Il Colosseo tricolore è il logo per la candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024

colosseo_logo roma2024ROMA – Un Colosseo tricolore che sfuma in una pista di atletica stilizzata. E’ questo il logo della candidatura di Roma 2024, che sta per essere svelato nel corso dell’evento-spettacolo con atleti e ragazzi delle scuole romane, organizzato nel Palazzetto dello sport di viale Tiziano a Roma.

MONTEZEMOLO: VOGLIAMO ORGANIZZARE OLIMPIADI PIÙ BELLE – “Oggi e’ un giorno importante perche’ siamo tutti insieme in questo bellissimo palazzetto che ci ricorda il 1960 e c’e’ tutta la citta’ con tutte le sue rappresentanze”. Cosi’ il presidente del Comitato promotore di Roma 2024, Luca Cordero di Montezemolo, aprendo il grande spettacolo evento per svelare il logo della candidatura della Capitale ai Giochi Olimpici. “Abbiamo bisogno di dare tre segnali fortissimi- ha aggiunto parlando nel palazzetto dello Sport di viale Tiziano- Prima di tutto che Roma vuole organizzare le piu’ belle Olimpiadi degli anni 2000, perche’ abbiamo tutte le carte in regola per farlo. Poi abbiamo bisogno di lavorare insieme e fare squadra per dare al Cio segnale che Roma e’ unita” e infine che “vogliamo organizzare una grande festa dello sport”. E per fare questo “lavoreremo giorno e notte”.

MALAGO’: LOGO TRICOLORE PERCHE’ E’ CANDIDATURA ITALIA – “Il nostro e’ un logo tricolore perche’ questa non e’ la candidatura di Roma ma dell’Italia, e abbiamo bisogno di coinvolgere tutto il Paese. Abbiamo qui tutte le persone che rappresentano il mondo dello sport, ed e’ fondamentale il gioco di squadra che oggi ci ha messo nelle condizioni di avere in campo la migliore squadra possibile per giocarci questa partita e questa difficilissima sfida”. Cosi’ il presidente del Coni, Giovanni Malago’, parlando durante lo show organizzato al Palazzetto dello Sport di viale Tiziano per presentare il logo ufficiale della candidatura di Roma ai Giochi del 2024. “Questi ragazzi hanno il diritto di crederci”, ha concluso il numero uno dello sport italiano riferendosi ai 2.000 bambini e ragazzi di scuole e universita’ che affollano gli spalti.

14 Dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»