Emergenza morbillo a Bari, la regione Puglia invita a vaccinarsi

"Le vaccinazioni sono tra i principali strumenti di prevenzione e costituiscono le fondamenta di un buon sistema di sanità pubblica"

Condividi l’articolo:

BARI – “La Puglia è una delle regioni più all’avanguardia sul tema delle vaccinazioni e può vantare uno dei calendari più completi nel panorama della prevenzione vaccinale in Italia”. Lo afferma – in una nota – l’assessore regionale al Welfare Salvatore Ruggeri, commentando la notizia del recente focolaio di morbillo a Bari. che ha riacceso l’attenzione sul tema dei vaccini e sull’importanza della vaccinazione.

“Le vaccinazioni sono tra i principali strumenti di prevenzione e costituiscono le fondamenta di un buon sistema di sanità pubblica – sottolinea Ruggeri – I dati ci collocano tra le regioni a più alta soglia di copertura vaccinale. Nell’ultimo anno, proprio sul morbillo nei bambini fino a 36 mesi, abbiamo raggiunto il target del 95 per cento. Eppure ancora in tanti si dimostrano scettici. Per questa ragione desidero formulare il mio invito accorato alla vaccinazione”.

L’assessore Ruggeri conclude con un ultimo invito: “Se avete dubbi o volete approfondire rivolgetevi al medico di famiglia o al pediatra e, se andate sul web, attingete informazioni esclusivamente da siti ufficiali”.

LEGGI ANCHE:

Morbillo a Bari, Conca (M5s): “Protocolli non rispettati, non c’entra bambina no vax”

L’Istituto Superiore di Sanità: “Allarme morbillo, la situazione non è sotto controllo”

Morbillo, Iss: “Nel 2017 35 morti in Europa, vaccino unico argine”

Leggi anche:

14 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»