Rassegna stampa di Lunedì 14 Novembre 2016

A cura di Monica Macchioni

Repubblica,prima. TRUMP: caccio i clandestini. Da due a tre milioni finiranno in carcere o fuori dagli States
Subito proteste a New York.

Repubblica,p8. Salvini, nuova sfida a Fi. Il centrodestra e’ finito. Ora progetto sovranista, stop all’euro. E minaccia Brugnaro per il Si. Il sindaco veneziano: non lo temo

Repubblica,p9. EMANUELE LAURIA. Pd, Crisafulli l’impresentabile a sorpresa ora sta col Si.

Repubblica,p9. Il colloquio di CARMELO LOPAPA con STEFANO PARISI: “non faro’ le primarie, mi candido per i moderati con l’appoggio di Berlusconi”. “Ben venga la candidatura di Salvini. Da questo momento abbiamo da una parte loro, lepenisti e populisti, dall’altra noi, liberali e riformisti. L’ex presidente e’ schierato con noi popolari

Libero,prima. RENATO FARINA. Va male anche per i grillini. Centrodestra marasma. Affonda pure a Venezia

Libero,prima. L’Europa e’ a pezzi. O si demolisce o si ricostruire. In Bulgaria e Moldavia vincono due amici di Putin. Gentiloni chiede agli Usa di far pace con lo zar.

Libero,prima. PAOLO BECCHI. Addio destra e sinistra. Adesso si sfidano globalisti e sovranisti

Libero,p4. Intervista a FRANCO FRATTINI; la batosta della Clinton fara’ bene agli europei. Il disimpegno americano dalla Nato e’ una occasione per creare una difesa comune e superare il dogma dei vincoli di bilancio. Juncker ha sbagliato. Silvio e Trump sono portatori di un messaggio antipolitico solo in apparenza: il loro e’ il messaggio di chi porta nella gestione della cosa pubblica l’arte e la parte che ha dimostrato in altri campi

Libero,p6. Marasma a destra: viene giu’ anche Venezia. Dopo la caduta di Padova, Salvini medita di vendicarsi sfiduciando Brugnaro. Le alleanze ormai sono un ricordo

Libero,p6. Intervista a GUIDO CROSETTO: il centrodestra puo’ vincere solo con le primarie. In Italia nessuno come Trump, Silvio era piu’ serio. La riforma non mi piace ma temo la vittoria del No. L’euro? Usciamo.

Libero,p8. Intervista a GIORGIO GORI. In politica la TV conta molto, Bersani e i suoi compagni NO. Lo scontro e’ stato durissimo ma Renzi ha conquistato il partito: la componente critica ormai non arriva al 15%. La televisione orienta i consensi piu’ dei social.

Libero,p9. Intervista a LUCA RICOLFI: ecco perche’ la sinistra e’ ancora antipatica. Con Renzi il fenomeno si e’ attenuato, ma resta il complesso di superiorita’. Referendum? Non voto, rifiuto entrambe le scelte. La Boschi e’ sempre sopra le righe, incapace di ascoltare: invece della serenita’ trasmette l’ansia. Una destra europeista richiederebbe una classe dirigente piu’ preparata rispetto a quella attuale.

Libero,p10. L’irrefrenabile ascesa di CAIRO. Un successo che inizia dal nome. In greco il suo cognome significa “momento giusto”. Dagli inizi con Silvio fino a RCS l’editore non ha fallito un colpo. Il suo segreto? Pensare con la testa di chi compra. Con Mentana ha un rapporto ondivago

Libero,p11. VITTORIO FELTRI. Tanti lavoratori, pochi lettori; cosi il Sole annaspa. Confindustria dovrebbe insegnare alle imprese come stare a galla, invece non riesce a tenere in piedi il suo prestigioso quotidiano

Libero,p12. La Appendino ha un problemino da 75 milioni. L’ultima grana del sindaco di Torino

Libero,p13. Intervista a CLAUDIO BRACHINO. Tutti mi copiano, resisto grazie a Freud. Il direttore di Videonews racconta come gestire 15 programmi e tante star. I suoi giudici su Floris, Semprini e Giletti. Barbara D’Urso e Paolo DelDebbio non sono dei populisti ma popolari:lei e’ una artista e lui un intellettuale

Libero,p15. Morto a 102 anni l’architetto LUIGI CACCIA DOMINIONI

Messaggero,prima. ALESSANDRO CAMPI. Solo una guida condivisa puo’ salvare il centrodestra

Messaggero,prima. Intervista ad ANGELINO ALFANO: un nuovo partito dei moderati. Percorso inevitabile, Berlusconi rompa definitivamente con i lepenisti.

Messaggero,prima. Intervista a PARISI: Con la Lega non si puo’ vincere. I dissidenti di Forza Italia? Vadano pure. Firenze ha fatto chiarezza. Il centrodestra deve essere popolare, liberale e riformista. Salvini e’ estremista. Se vincono i NO, gravissimo errore sostenere un governo di scopo. Stiamo cercando di costruire qualcosa di davvero nuovo e Berlusconi e’ con noi. L’unita’ dei moderati? Si fonda sui programmi,non mi importa delle vecchie logiche di palazzo

Messaggero,p2. Bufera centrodestra. Salvini alza il tiro: ora giunte a rischio. E Forza Italia frena. Il segretario della Lega: alleanze sono superate, progetto sovranista. Toti: Matteo leader? Se lo chiedono i cittadini. Schifani: e’ presto

Messaggero,p2. Il Carroccio ora minaccia anche Venezia. E l’effetto domino fa tremare il Pirellone. Dopo Padova, coalizioni in pericolo da Belluno a Monfalcone a Trieste piazza preoccupato

Messaggero,p7. MARCO CONTI. Riforme, Renzi: se perdo non resto a galleggiare. Se non posso cambiare le cose, lascio ai professionisti della palude. Il referendum non e’ il congresso Pd ne parliamo dopo il voto del 5 dicembre

Messaggero,p19. Equitalia, un sms per avvisare i cittadini dell’arrivo di multe e cartelle esattoriali.

Corsera,prima. SABINO CASSESE. I paradossi del voto popolare. Democrazia americana

Corsera,prima. La madre di Cranio Randagio: Giustizia per mio figlio rapper morti. Chi era con lui alla festa non era suo amico

Corsera,prima. Renzi: Resto se si cambia. Non voglio galleggiare

Corsera,p2. TRUMP: caccero’ 3 milioni di immigrati. Sono pregiudicati o trafficanti di droga. E promette la barriera in Messico. Il repubblicano PRIEBUS capo di Gabinetto

Corsera,p9. Intervista al garante SORO: chi manda lettere ai connazionali deve essere chiaro. Ricorsi? Per ora no

Corsera,p10. Salvini: noi da soli? In Veneto lo chiede la base. Su Padova e Venezia mi consultero’ con Zaia. Lega sovranista, chi vuole l’alleanza rottami l’euro

Corsera,p10. Intervista a BRUGNARO: il mio Si per un nuovo Nazareno. Vertice Trump-Putin? Facciamolo in Laguna. Renzi e Berlusconi si parlino. Ci vuole un accordo per l’Italia, io posso dare una mano

Corsera,p13. TOMMASO LABATE. Berlusconi irritato con Salvini:non sara’ quella piazza a incoronarlo. Ma ad Arcore hanno intenzione di rompere prima del voto di dicembre. Tensione con Toti. L’attesa per l’incontro.

Corsera,p13. Intervista a PARISI: voglio guidare i moderati. Con la Lega ci schiantiamo, chi crede vada pure con loro. Non sono di Fi e non ci entrero’, i partiti sono finiti. Il dopo referendum. Se dovesse vincere il NO, sbaglierebbe Berlusconi ad appoggiare un governo a guida Renzi

Corsera,p16. Parigi ricorda. Resta lo stato di emergenza. A un anno dagli attentati, Hollande scopre le lapidi commemorative delle 130 vittime.

Corsera,p16. Intervista ad AZZEDINE GACI: le difficolta’ di noi imam moderati? I fedeli piu’ radicali non ci seguono. Quelli non pregano nella mia moschea

Il Fatto,prima. MARCO TRAVAGLIO. Cari italiani all’estero, attenti. Non fatevi fregare da Renzi. Le 10 bugie alla “riforma” rifilate da Renzi agli italiani all’estero.

Il Fatto,p5. FABRIZIO d’ESPOSITO. Dario in frac aspetta il crac. Il diluvio universale di Donald Trump incombe sull’orbe terracqueo ma la classe dirigente italiana va dalla Melandri per raccogliere fondi per il Maxxi: in primissima fila il ministro Franceschini e la moglie Di Biasi, coppia di disastri e ambizioni. Lei si sente gia’ first lady

Il Fatto,p14. Intervista a GERARD DEPARDIEU: gia’ da bambino gli altri genitori dicevano ai figli: e’ un delinquente.

Stampa,prima. Muro e clandestini, inizia l’era Trump.

Stampa,p4. MORANDO: per l’Unione rischi sulle esportazioni e maggiori costi per la difesa comune. Non sara’ un nemico dell’Europa ma e’ troppo vicino a Putin. Matteo Renzi: Io sono ottimista sul fatto che istituzionalmente Italia e Stati Uniti continueranno a lavorare bene insieme

Stampa,p5. Intervista a RUDOLPH GIULIANI: la nostra vittoria tutto merito di Obama. La gente ha votato pensando alla sua riforma sanitaria. Conflitti di interesse di Donald? Serve separazione chiara

Stampa,p8. Intervista a CUPERLO: Renzi ha iniziato il rodeo ma ora lavoriamo per ridurre le distanze. I miei dubbi sono piu’ utili delle certezze di D’Alema. Ho apprezzato la lettera di Bersani. Ma per una nuova sinistra bisogna riconoscere le ragioni dell’altro

Stampa,p9. UGO MAGRI. La destra non trova una intesa e gia’ litiga sul dopo referendum. Il Cavaliere si sogna mediatore tra Russia e Usa di Trump. Il leghista ha capito e cambia idea: ora vuole il maggioritario.

Stampa,p9. Intervista a SANTANCHE’: Silvio lo sa per vincere serve stare con la Lega

Stampa,p9. Intervista a TAJANI: alleanze si, ma Parisi allarga il centrodestra

Stampa,p9. D’Attorre e la compagna filosofa separati sul SI

Stampa,p17. I sindaci anti-azzardo al governo. “Non cancellate i nostri divieti”. Il piano del Tesoro rischia di vanificare le distanze minime delle slot dalle scuole

Stampa,p17. Intervista a GIORGIO GORI, sindaco di Bergamo. La denuncia dei tabaccai e’ solo una intimidazione. Io tutelo la salute pubblica

Stampa,p22. Banca Generali, 10 anni di Banca Generali, 10 anni di Borsa. “Obiettivo: 5 miliardi di raccolta”. Il dg Mossa: abbiamo cambiato pelle, siamo un vero private banker. Nessun dossier su Fineco, bella societa’ ma complessa da valutare

Qn,p8. Intervista a SPERANZA. Matteo non puo’ fare il premier e il segretario Pd. Il partito non sia il megafono: il partito non sia il megafono di Palazzo Chigi. Il combinato disposto. Votiamo NO al referendum perche’ l’incrocio con l’Italicum e’ deleterio

Qn,p9. Brogli, soldi e cambi di casacca. Il circo Barnum dei voti all’estero. La legge, voluta dal missino Tremaglia, non aiuta i governi in carica

Qn,p10. Lega e azzurri, alleanze alla deriva. Ora Salvini minaccia Venezia. Dopo Padova, ritorsioni su Brugnaro: se vota si, ce ne andiamo

Qn,p11. Intervista a VITTORIO SGARBI: Forza Italia e’ un fossile. La scissione ormai c’e’ gia’ stata. Io un po’ trumpino e un po’ grillino lancio il partito della bellezza

Giornale,prima. Renzi fa campagna per il Si con l’elicottero di Stato. Volo blu dopo il tour elettorale in Sicilia: 32.500 euro.

Giornale,p3. Il veleno di D’Alema sul governo: rischio brogli sul voto all’estero. Affondo di Baffino: il meccanismo si presta a manipolazioni. Da ex ministro spero che i diplomatici si ricordino di essere al servizio dello Stato e non del governo

Giornale,p5. Intervista a GUIDO CASTELLI (Forza Italia): noi competitivi solo se stiamo uniti. Con la rottura assist a Grillo e Renzi. Non esiste centrodestra senza i moderati di Parisi e il pensiero forte di Salvini. Caso Padova e’ ignobile: vagheggiare ritorsioni e rotture ci condanna alla irrilevanza

Giornale,p5. Berlusconi pacificatore: ora conta il referendum poi intesa sui programmi. Toti da Salvini? Era li come governatore

Mattino,p2. Boccia: sulla questione meridionale passiamo dall’amnesia alla azione

Mattino,p5. Intervista all’ex ministro URBANI: Forza Italia, il futuro e’ Renzi. La Lega punta sul caos, ma fa il gioco di Grillo. La riforma. Se dopo il voto il Pd si spacca il partito di Matteo sara’ l’unica casa dei moderati. Il partito deve scegliere l’erede di Silvio con Parisi un piano liberale vincente solo a lungo termine.

IL TEMPO,prima. Una Destra maldestra. Salvini premier, Meloni per le primarie, Parisi da solo. Dopo il voto Silvio va con Renzi? Abbiamo intervistato 16 big di una coalizione a pezzi: le prospettive sono disarmanti

IL TEMPO,prima. Sventata un’altra evasione dal carcere di Rebibbia. Trovati 4 seghetti in un reparto

IL TEMPO,p2. Tutti contro tutti a destra. Fare ‘ste benedette primarie. Le parti riconoscono che solo uniti si vince ma ognuno va per conto suo. Il grande padre del Pdl che fu Berlusconi non si schiera e resta in disparte. Occhi puntati sul dualismo Meloni-Salvini. Decideranno gli elettori. Il totale delle forze darebbe vita a una coalizione di governo senza pari. Il “professore” Parisi continua. Dopo l’investitura incerta del Cav

IL TEMPO,p2. LA RUSSA: la nostra e’ una piazza. L’altra solo un cortile. RAMPELLI: Parisi non lo caposco. Nessun favore a Renzi. CIRIELLI: Noi siamo coerenti. Forza Italia e’ ambigua. RIZZETTO: l’unica vera novita’ e’ Giorgia Meloni. CALDEROLI: l’alternativa era a Firenze. A Padova solo un evento. CENTINAIO: hanno giocato sulla pelle di chi vota centrodestra. FONTANA: noi antiglobalizzazione. Fi non ha ancora deciso. VOLPI: da noi c’era gente vera. In Veneto solo un teatro. SANTANCHE’: le primarie? Potrei farle anche io. GASPARRI: evitiamo spaccature, sarebbe un suicidio. BIANCOFIORE: premiare chi ha i voti. Bene pure un congresso. ALEMANNO: che vince il migliore delle due aree politiche. MICCICHE’: la Lega alza i toni. Ma sara’ ragionevole. ROTONDI: anche a 80anni il futuro e’ silvio. FITTO: basta, e’ ora dei contenuti. Confronto nelle piazze. GIRO: non possiamo rinunciare al contributo di Stefano

IL TEMPO,p4. Alti burocrati pronti al No al referendum. La dirigenza pubblica chiede che la riforma Madia accolga i richiami del Parlamento. Renzi deve modificare il testo entro la fine di novembre. Altrimenti il dissenso rischia di arrivare nell’urna

IL TEMPO,p4. L’uomo dei mobili ha detto Si. Modifiche costituzionali indispensabili, soprattutto il superamento dei bicameralismo.

IL TEMPO,p5. Se ti scordi, Equitalia ti manda un sms. Parte il servizio che avvisa sul cellulare o sul web l’arrivo di una cartella del Fisco. Registrazione sul sito o negli uffici del gruppo. Segnalato anche il ritardo delle rate.
IL TEMPO,p5. I lavoratori non paghino le colpe dell’Agenzia. L’intervento della segretaria generale Cisl ANNAMARIA FURLAN

IL TEMPO,p6. Ecco tutti i flop dell’Anno Santo. Pochi pellegrini, Isis, crisi, lavori fermi per il caos politico. Chiudono le porte Santa. E la Capitale sta peggio di prima. SICUREZZA. L’unica cosa che ha funzionato nella macchina organizzativa

IL TEMPO,p8. GIORGIO SPAZIANI TESTA. Bene il ritiro della tassa su Airbnb, gli immobili sono gia’ tartassati. L’intervento del presidente di Confedilizia sull’emendamento sulla locazione turistica che introduce nuovi balzalli su chi affitta stanze o casa online

IL TEMPO,p9. FRANCESCA MUSACCHIO. Jihadisti nascosti tra i profughi. Ecco quelli passati in Italia. Arrivano sulle nostre coste su gommoni carichi di disperati. Lo Stato islamico: la polizia europea non sa riconoscerli.

IL TEMPO,p10. MASSIMILIANO LENZI. Juncker e Trump. Storia di due nemici. Il butocrate e l’uomo scelto dal popolo.

IL TEMPO,p11. Briatore asfalta Saviano: pagati la scorta. Lo scrittore attacca il manager in una intervista: e’ ricco e se ne frega. La replica con un post: ho vinto 7 Mondiali in F1, Tu invece copi

IL TEMPO,p11. Nuova Zelanda, sisma a 7.8 e sos tsunami.

IL TEMPO,p17. MASSIMILIANO LENZI. Addio a Maiorca. Signore degli abissi. Morto a 85anni il mito delle immersioni. Aveva imparato a nuotare quando ne aveva 4.

14 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»