AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Terrorismo, nella notte esercitazioni a Roma, Genova e Bologna

ROMA – All’indomani dell’attentato terroristico di Barcellona, secondo le direttive del ministro dell’Interno, è stata predisposta l’intensificazione dell’attività di prevenzione in sinergia operativa tra le Forze di Polizia. In tale prospettiva, è stata pianificata una esercitazione congiunta tra le unità di primo intervento antiterrorismo della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, contemporaneamente in tre diverse città e in scenari operativi complessi e differenziati.

Al termine dell’attività di pianificazione ed individuazione degli obbiettivi, l’esercitazione si è svolta nella scorsa notte simulando attacchi terroristici in tre diversi contesti operativi: a Roma in una stazione della metropolitana, a Bologna nel parcheggio sotterraneo della stazione ferroviaria dell’alta velocità e a Genova in una zona d’imbarco del porto.

In ciascuna città all’esercitazione hanno partecipato unità Uopi (Unità operativa pronto intervento) della Polizia di Stato congiuntamente a SOS (Squadre operative di supporto) o API (Aliquote primo intervento) dell’Arma dei Carabinieri, unitamente a equipaggi delle Volanti, dei Reparti Prevenzione crimine della Polizia di Stato e Radiomobili dei Carabinieri: in campo oltre 150 uomini, che si sono occupati di circondare i possibili obiettivi (in gergo tecnico si chiama “cinturazione”). Le esercitazioni, realizzate con lo scopo di testare la capacità e velocità di reazione ad una notizia di attentato, o possibile attentato, in corso e la sinergia operativa tra le Unità di primo intervento delle due Forze di Polizia, hanno avuto esito positivo.

14 settembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988