AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE europa

Sono cento gli allarmi bomba arrivati a Mosca, tutti dall’estero

ROMA – Gli allarmi bomba arrivati ieri quasi contemporaneamente al centralino d’emergenza di Mosca hanno raggiunto quota 100. Lo rivela l’agenzia Tass, citando anche fonti della sicurezza, secondo cui team di agenti e tecnici esperti, supportati dalle unità cinofile, hanno ispezionato tutti i luoghi segnalati: oltre 30, tra stazioni ferroviarie, centri commerciali, università, aeroporti e hotel – tra cui il Kosmos, lo Zvezdnaya e l’Azimut Hotel Olympic.

Tutti gli allarmi si sono rivelati falsi. Dalla settimana scorsa la Russia sta vivendo numerosi episodi di questo tipo: da lunedì 11 settembre, 29 le città coinvolte – da est a ovest – e oltre 50mila le persone evacuate.

Per l’agenzia Interfax, le chiamate sono partite dall’estero, forse dall’Ucraina, come azzarda l’agenzia di stato Ria Novosti. Tuttavia, stando al quotidiano britannico ‘Telegraph’, fonti militari anonime contattate da vari media russi avrebbero spiegato che le evacuazioni di massa sarebbero state organizzate dai servizi di sicurezza: prove tecniche di anti-terrorismo insomma, in vista della Coppa del mondo di calcio che il paese ospiterà del 2018.

14 settembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988