Sardegna

Il Giro d’Italia numero 100 partirà dalla Sardegna

giro_ditalia_sardegna2

CAGLIARI – Ora è ufficiale: partirà dalla Sardegna la centesima edizione del Giro D’Italia. Le tappe isolane saranno tre: partenza da Alghero e arrivo a Cagliari, passando per Sassari, Olbia, Nuoro e Tortolì. Lo storico appuntamento si svolgerà dal 5 al 28 maggio del prossimo anno. L’ufficializzazione è arrivata oggi a Milano, dove il Giro è stato presentato in Rcs Sport, con l’assessore regionale sardo al Turismo Francesco Morandi, il direttore del Giro, Mauro Vegni, il ciclista di Villacidro, Fabio Aru, il presidente del Cagliari Calcio, Tommaso Giulini con il capitano della squadra, Marco Storari, il presidente della Dinamo Basket Stefano Sardara e il capitano Jack Devecchi. #Giro100 è l’hashtag ufficiale della manifestazione.

sardegna_nord“Ospitare la partenza del Giro d’Italia nella straordinaria coincidenza della centesima edizione è per la Sardegna non solo un grande onore, ma anche un’occasione speciale per raccontare in modo diverso il nostro territorio“, è il primo commento del presidente della Regione, Francesco Pigliaru. Le tre tappe isolane offriranno una vista privilegiata sulle coste come sui percorsi dell’interno: “Paesaggi famosi, amati dai turisti di tutto il mondo, sfileranno accanto a scenari molto meno noti ma di altrettanto fascino- sottolinea Pigliaru-. Stiamo investendo molto nel settore del cicloturismo, ben consapevoli di quanto la bicicletta sia un mezzo privilegiato per conoscere un territorio immergendosi nella sua bellezza”. Chiude il governatore sardo: “Mi piace pensare che i ciclisti di tutto il mondo, vedendo il Giro d’Italia, si innamorino dei nostri percorsi e abbiano voglia di venire qui da noi per scoprire la Sardegna pedalando”.

Soddisfazione anche per Morandi: “L’evento simbolo dello sport italiano sceglie gli scenari unici della Sardegna per l’edizione numero cento. Con la partenza del Giro 2017, assicuriamo al nostro territorio la massima visibilità internazionale e importanti ricadute sotto il profilo economico grazie a una straordinaria iniziativa di promozione della destinazione, della sua qualità della vita e del suo nuovo modello di sviluppo sostenibile”. Le tre tappe isolane a inizio maggio, subito dopo Pasqua, rappresenteranno l’apertura della stagione turistica, “tassello fondamentale del piano di destagionalizzazione messo in atto per il triennio 2016-2018- continua Morandi- Un’iniziativa coerente con la strategia dell’assessorato, che punta con decisione sul turismo attivo e sportivo, sulla strutturazione dell’offerta attraverso grandi eventi e sulla creazione di nuove motivazioni di viaggio.

di Andrea Piana, giornalista professionista

14 settembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»