AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Roma, lo spaccio di droga al Pigneto è a domicilio e corre via telefono

droga (700 x 419)ROMA – A Roma lo spaccio di droga al Pigneto corre via telefono. I consumatori chiamano i pusher e si mettono d’accordo sulla consegna. Cocaina, erba e ogni tipo di sostanza stupefacente, quindi, può essere tranquillamente ordinata anche a domicilio. E non solo. Lo dimostra la telefonata mandata in onda questa mattina su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’università degli studi Niccolò Cusano: al telefono da una parte Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, conduttori del format ‘Ecg Regione’, dall’altra uno spacciatore proprio del Pigneto. I due giornalisti si sono finti consumatori interessati ad acquistare cocaina e hanno chiesto al pusher di portargliela addirittura in ospedale. L’uomo, un nordafricano almeno a giudicare dall’accento, ha accettato senza battere ciglio: “Quanta te ne serve? Quale ospedale? Quello vicino all’università? Entro un’ora arrivo“.

Una telefonata che dimostra come sia sempre più complicato porre freno al fenomeno dello spaccio, che a Roma tiene in ostaggio diversi cittadini. In particolar modo la telefonata trasmessa su Radio Cusano Campus pone l’accento sull’atteggiamento degli spacciatori: anelli di una catena evidentemente più grande di loro. Disperati catapultati nelle maglie dell’illegalità che il più delle volte non hanno nulla da perdere. E accettano senza problemi di portare cocaina dentro a un ospedale, senza curarsi delle possibili conseguenze per loro.

14 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram