Rassegna stampa di martedì 14 luglio 2015

A cura di Monica Macchioni

Repubblica, p9. Intervista a ROUBINI: Grexit, scampato pericolo sarebbe stato in disastro, avrebbe contagiato anche Italia e Francia. Il referendum a metà corsa quando si stava raggiungendo una intesa è stato un grave errore

Repubblica, p10. FRANCESCO BEI. Ue, Renzi punta sulla legge di stabilità. “Ora flessibilità e nuovi investimenti”. Il premier: “siamo il Paese delle riforme. Quando Schroeder cambiò il mercato del lavoro sforò il 3%”

Repubblica, p14. TOMMASO CIRIACO. Rai, il governo accelera, subito la riforma sarà legge entro agosto. A settembre la nomina del nuovo CDA a sette. Due donne in corsa per il vertice: Grieco e Soldi

IL TEMPO, p2. Così gli abusivi hanno rimpiazzato i camion bar

IL TEMPO, p6. Latorre resta. Ora aspettiamo Girone. La Corte Suprema indiana costretta ad accettare l’arbitrato imposto dall’Italia. Si è dimesso Pantaleoni segretario Prc di Rimini

IL TEMPO, p7. Il Cav riscende in campo. A settembre predellino bis. Campagna elettorale per rilanciare Forza Italia. Verdini preme, Fitto presenta il suo partito. Berlusconi alla mostra di Sgarbi: “l’Expo l’ho conquistato io”

IL TEMPO, p8. Grida Allah è grande. Terrore Isis ai Fori. Tenta di accoltellare un vigile e sgozzare una turista. Fermato un brasiliano. Diceva: “sono figlio di dio”

IL TEMPO, p10. Anche Ilaria D’Amico “litiga” col fisco. La giornalista indagata per aver evaso 400mila euro in due anni. Ma la compagna di Buffon scarica ogni responsabilità sul commercialista

IL TEMPO, p12. Il Papa: “quel Crocifisso non è una offesa”. Francesco spiega perchè ha deciso di tenere il Cristo su falce e martello.

LA STAMPA, p7. Renzi chiude il caso greco, niente dibattito alle Camere. Il centrodestra offre un tavolo di coesione in politica estera. Sollievo del Quirinale: l’Europa conserva la sua identità

LA STAMPA, p7. Intervista a GIANNI PITTELLA (PSE): risultato positivo, ma non esaltante. Tutti hanno fatto dei passi indietro

LA STAMPA, p8. La Clinton: bene l’intesa ma basta con l’austerità. Hillary: bisognava disinnescare la crisi, decisione positiva

LA STAMPA, p9. Intervista al Papa: “la Grecia deve essere salvata. Una rete per evitare altri casi. La colpa non è da una unica parte, l’attuale governo fa cose un po’ giuste. La mediazione su Cuba? Ho solo pregato, poi è arrivata la svolta, grazie al Signore

LA STAMPA, p10. Nucleare iraniano. Ultima trattativa per arrivare all’accordo. Ore frenetiche: Rohani annuncia un discorso in tv poi l’annulla

LA STAMPA, p11. Il contropiano di Israele. Offensiva sul Congresso per far bocciare il piano. Netanyahu prepara la campagna americana per convincere i democratici a mollare Obama

LA STAMPA, p11. Intervista all’analista PIPES: L’Iran cercherà lo stesso l’atomica, ma subità un attacco cibernetico. Sicura la reazione israeliana, ma con gli hacker

LA STAMPA, p15. MATTIA FELTRI. Scissionisti, transfughi e rifondatori. I verdiniani ultimi di mille nuovi partiti. Civati lancia la Cosa Rossa, Rotondi la Rivoluzione Cristiana. E a destra 24 sigle cercano di far rivivere An.

LA STAMPA, p15. Intervista a SANDRA ZAMPA: “con ReteDem salviamo un pezzo della sinistra Pd”.

LA STAMPA, p16. Marò, l’India accetta l’arbitrato internazionale. La Corte Suprema prolunga di altri 6 mesi il permesso a Latorre di restare in Italia a curarsi. Per la soluzione del conflitto giurisdizionale tra Roma e New Dehli potrebbero servire da due ai quattro anni

LA STAMPA, p17. Hacking Team, 6 ex dipendenti denunciati da Vincenzetti. La pista interna è ora in contraddizione con le prime tracce dell’intrusione che sembravano mettere in collegamento l’attacco all’Hacking Team con quello subito un anno prima, dalla società tedesca Fin Fisher

QN, p4. Intervista a PRODI: tutti sconfitti. L’Europa non sarà più la stessa. Berlino è l’unico comandante in capo. E non fa l’interesse comune.

Qn, p8. Intervista a BINI SMAGHI: in Europa c’è solo l’asse franco-tedesco. Schaeuble crede in una Europa più coesa e piccola ma ha prevalso la cancelliera. Hollande rinato, ce n’era bisogno

Messaggero, prima. Mafia Capitale, nel dossier spunta il vicesindaco. Il ruolo di Nieri nella relazione dei prefetti: con Buzzi disponibilità e legame fiduciario

Messaggero, p11. Intervista a Papa Francesco. Non sono comunista, penserò al ceto medio

Messaggero, p13. La tomba di Dante nel mirino dell’Isis. Terrorismo, c’è Ravenna nella lista di monumenti possibili obiettivi di attentati inviata dal Capo delle Polizie alle Questure. Il poeta sarebbe considerato dal Califfato come un nemico per il trattamento riservato a Maometto nella Divina Commedia.

Messaggero, p14. L’India: per i due marò si all’arbitrato. Latorre altri 6 mesi in Italia. Il 26 agosto si decide se sospendere il processo in attesa di una decisione della giuria internazionale

Messaggero, p15. Tra Buzzi e Nieri rapporto fiduciario.

Messaggero, p15. Carminati, dossier degli 007 nel 2003, è giallo sull’invio alla polizia giudiziari. I servizi avevano scoperto le rendite floride del “nero”, ma negli archivi non c’è traccia della comunicazione. Girava in Ferrari ma era nullatenente, del caso si parlerà oggi nell’audizione del procuratore di Roma, Pignatone

Corsera, prima. Ivan Basso commuove tutti: ho un tumore

Corsera, prima. Atene si arrende. Riforme dure in cambio di aiuti

Corsera, p12. MARIO SENSINI. E ora l’Italia chiede all’Europa nuovi strumenti per crescita e lavoro. Renzi: trovata la soluzione per Atene, quello che manca è la soluzione per Bruxelles.

Corsera, p12. MARIA TERESA MELI. Tra mediazioni e toni aspri. Il bilancio del premier.

Corsera, p12. Intervista a CUPERLO: non so se Syriza riuscirà a sopravvivere ma il Pse ha fallito tutto. L’Italia aveva l’occasione di contare il semestre europeo ma la forza è mancata.

Corsera, p13. TOMMASO LABATE. Nel fronte (spezzato) dei delusi da Alexis. C’era chi sperava nel papa straniero o contava nell’assist anti-Merkel. Grillo parla di “colpo di Stato”. Vendola: sconfitta netta, inutile mascherarla.

Corsera, p13. Intervista a BOSSI: tornare alla lira distruggerebbe il Nord. Diverse visioni. Io non voglio litigare con Salvini ma uscire dall’euro rafforzerebbe il centralismo romano

Corsera, p16. Senato, la nuova maggioranza (variabile). Si arriva potenzialmente a quota 179 se si considerano i possibili fuoriusciti di area Fi e gli ultimi due ex M5S. I numeri però dipendono dai provvedimenti. Distanze sulle unioni civili. Avanti sulla Rai, critiche di Anzaldi. Si chiedeva una Rai con meno politica e invece cosi si legano le mani al presidente

Corsera, p17. MASSIMO FRANCO. La virulenza dei populisti ne conferma la sconfitta.

Corsera, p17. Intervista di MONICA GUERZONI a SERRACCHIANI: i verdiniani? Chi è per le riforme ha il diritto di votarle con noi. Nessuno vuole sostituire la sinistra. Cambio di marcia. In realtà noi al partito della nazione non abbiamo mai pensato. Assistiamo a una scomposizione dei gruppi parlamentari. Perché  non permettere a qualche senatore di votare con noi testi che magari ha anche contribuito a scrivere?

Corsera, p19. Intervista all’ex ambasciatore di Israele OREN: ma l’accordo sancirà la fine del primato Usa nella regione. Obama ci ha abbandonati.

Corsera, p21. Contro l’Isis in Libia droni americani in Tunisia ed Egitto.

Corsera, p24. Le mail di generali e colonnelli che aiutavano Hacking Team. L’ex socio del manager: io infedele? No, il suo sistema ha fallito.

Corsera, p33. Cambi di poltrona. Mariotti sale in Philip Morris. Pasquarelli in IDeA Real Estate

Mattino, prima. Il portavoce di Syriza: “piano choc, ma passerà poi torneremo alle urne”. “Ora i Paesi del Sud facciano un referendum anti-austerità”.

Mattino, p35. Pino Daniele, l’uomo dietro l’artista in mostra le foto più intime. Al Pan da ottobre gli scatti di D’Urso, a lungo al suo fianco.

Avvenire, p9. Intervista a CHITI: sui temi sensibili resti il bicameralismo. Materie troppo delicate per lasciarle soltanto a Montecitorio. Nuova proposta del senatore Pd, con altri 24 colleghi, per modificare la riforma della Costituzione

Manifesto, prima. NORMA RANGERI. Un timoniere nella burrasca

Manifesto, p7. SERGIO COFFERATI. Bruxelles. Una conclusione che aggrava la crisi della Ue

Il Garantista, prima. FAUSTO BERTINOTTI. Io dico: Tsipras ha ragione, Tsipras ha torto

Il Garantista, p4-5. MARCO CAPPATO. Perché  quel referendum era sbagliato. L’iniziativa popolare può

divenire elemento importante a patto di essere inserita in un disegno comune.

Sole24ore, p21. BARBARA FIAMMERI. Il Cavaliere si prepara all’addio di VERDINI.

Libero, prima. Atene ci soffia altri 14 miliardi. Il costo per l’Italia.

Libero, prima. MAURIZIO BELPIETRO. La prova definitiva che l’Europa è solo una finzione

Libero, prima. FAUSTO CARIOTI. Buco milionario. In Sicilia il bollo auto non lo paga nessuno: tanto ci pensiamo noi

Libero, prima. FRANCO BECHIS. Taglietto alla Camera e i dem si lamentano: ridateci gli uffici belli

Libero, p8. SALVATORE DAMA. “L’Expo è roba mia”. Applausi e selfie per la visita del Cav. Silvio tra i padiglioni: “l’esposizione l’ho voluta fortissimamente, tornerò”. Per le comunali non boccia l’ipotesi Sala. Ma pensa ancora a Salvini

Libero, p8. Prime grane. VERDINI non usi il nostro nome. Scissione possibile il 31 luglio, la diffida di Azione Liberale: non possono chiamarsi come noi

Libero, p9. Bosco Albergati, da dove parti la scalata del premier. Allaccio abusivo: la festa del Pd frega la luce. Verbale dell’enel a pochi giorni dalla Kermesse: manomissione degli impianti per frode. Il partito nega tutto

Libero, p9. ENRICO PAOLI. Renzi intercettato: arriva l’inchiesta. Aperto un fascicolo per la fuga di notizie. C’è l’ipotesi di affidare al giudice le chiamate non rilevanti

Libero, p13. La Gabanelli chieda scusa ai croati. Scambiò le vittime per carnefici: un video l’accusa. In un servizio del ’91 a Mixer si lasciò convincere da ARKAN che la strage di Vukovar fu opera di Zagabria

Giornale, prima. ALESSANDRO SALLUSTI. Quando volevano comprare Berlusconi.

Giornale, p10. Berlusconi ignora la fronda: chi mi lascia non vince mai. Bagno di folla e tanti applausi ad expo.

Giornale, p11. Renzi va al mercato dei senatori. Ma sui transfughi è rivolta Pd. Palazzo Chigi fa campagna acquisti tra i verdiniani, che puntano a qualche poltrona in commissione. L’ex capogruppo Pd Speranza: folle riedizione dei responsabili

Giornale, p16. VOLA ISORADIO “UN LINGUAGGIO INNOVATINO”. Premio al Direttore DANILO SCARRONE

Il Fatto, prima. SPINELLI: ad Atene hanno imposto un colpo di Stato postmoderno

Il Fatto, p7. Intervista a BARBARA SPINELLI: non è una intesa: è crudeltà. Atene punita come un bimbo

Il Fatto, p8. Milanese e il dossier notturno al detenuto B. Le telefonate con Laboccetta “ambasciatore” dell’ex braccio destro di Tremonti. L’ex premier spiega: Giorgio Napolitano ha detto ai giudici di arrestarmi

Il Fatto, p9. Intervista a ROBERTO FICO: stiamo diventano grandi: attenti agli opportunisti. Analisti di 2anni in Parlamento: tra errori dell’inizio, strategie che hanno pagato e occhi aperti su chi è in cerca di poltrone

 

ItaliaOggi, p21. Il direttore di Isoradio Danilo Scarrone è stato insignito del premio World Fashion Award Crocevia di un incontro tra culture per il “carattere innovativo e sperimentale che la nuova direzione di Isoradio ha avuto sotto il suo impulso

Unità, prima. Erasmo D’Angelis. Cambiare tutto

Unità, prima. Schulz: la priorità adesso è riformare la Ue. Su Atene evitato il peggio

14 luglio 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»