L’AS Roma non gli rinnova il contratto. De Rossi: “Mi sento ancora giocatore”

Lo avremmo voluto dirigente", ha detto Diego Fienga, ceo della società, in conferenza stampa a Trigoria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA -Daniele De Rossi non sarà più un calciatore della Roma a partire dalla prossima stagione: la società giallorossa gli ha comunicato la decisione di non volergli rinnovare il contratto. “Lo avremmo voluto dirigente”, ha detto Diego Fienga, ceo della società, in conferenza stampa a Trigoria. “Ma io mi sento ancora un giocatore. Sarei potuto essere utile a livello tecnico”, ha detto De Rossi.

Leggi anche: Daniele De Rossi lascia la Roma: è la fine di un’era

“Ieri ho incontrato Daniele- ha detto ancora Fienga- e gli ho espresso la volontà di averlo in società. Personalmente ho sperato, e ancora lo faccio, che voglia accogliere l’idea di starmi vicino come vice. Dobbiamo rimediare a errori fatti. Non ne abbiamo parlato prima per i cambiamenti avvenuti in società”.

De Rossi non è rimasto sorpreso dalla decisione della società: “Ho 36 anni, nessuno mi ha cercato per il rinnovo. Con il passare del tempo ho capito che si sarebbe arrivati a questo. Tutti sapevano che ho il contratto in scadenza. Monchi mi aveva rassicurato sul rinnovo…”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

14 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»