TG-Sanità

Antibiotico-resistenza, ogni anno 25.000 vittime in Europa; Medicina rigenerativa, fascia intorno 40 anni più interessata

ANTIBIOTICO-RESISTENZA, OGNI ANNO 25.000 VITTIME IN EUROPA

Si deve ai ‘superbatteri’ la diffusione del fenomeno dell’antimicrobico-resistenza, cioè la perdita di efficacia degli antibiotici, con la prospettiva del ritorno di malattie infettive che si pensavano sconfitte o sotto controllo. Secondo l’European centre for disease control ogni anno in Europa 25mila persone muoiono a causa di infezioni da germi resistenti, con un costo che si aggira intorno al miliardo e mezzo di euro. A questo tema è stato dedicato il corso di formazione professionale che si è svolto a Roma dal titolo ‘Antibiotico-resistenze: un’emergenza globale. Il ruolo dei media tra informazione e formazione’. L’evento è stato promosso dalla Fondazione ‘Giovanni Lorenzini’.

MEDICINA RIGENERATIVA, FASCIA INTORNO 40 ANNI PIÙ INTERESSATA

La medicina rigenerativa è nata negli anni ’90 e l’Italia è stata tra i primi Paesi a fare ingegneria tessutale. Oggi esiste un’ampia richiesta di trattamenti soprattutto per le lesioni cartilaginee: ginocchia che hanno subito interventi in età giovanile, si ritrovano infatti intorno ai 40 anni con usure importanti, artrosi o altre sofferenze. E se da un lato questa fascia di popolazione è troppo giovane per mettere una protesi, dall’altro è troppo vecchia per sottoporsi a trattamenti di tipo rigenerativo completo…

DISABILI. INDAGINE: PER 2 MANAGER SU 3 SONO OPPORTUNITÀ PER AZIENDA

Avere dei colleghi di lavoro con disabilità determina ricadute positive concrete su tutti i dipendenti. Ne sono convinti i due terzi dei manager italiani (il 65,2%), che tra le motivazioni parlano di “compiti distribuiti in modo più equo, spazi organizzati in modo più razionale, e sviluppo di nuove forme organizzative di lavoro”. Non solo. La stragrande maggioranza (l’88,2%) ritiene che avere personale con disabilità produce un impatto positivo per le stesse capacità manageriali. È quanto emerge da un’indagine condotta da AstraRicerche per conto di Aism, Prioritalia-Manageritalia e Osservatorio Socialis.

‘HANNES’, LA MANO ROBOTICA CON 90% FUNZIONALITÀ DI UNA NATURALE

Una mano protesica di derivazione robotica che, senza necessità di intervento chirurgico, permetterà di restituire alle persone con amputazione dell’arto superiore circa il 90% della funzionalita’ perduta. Si chiama ‘Hannes’, in omaggio al primo presidente del Centro protesi Inail di Budrio, Johannes Schmidl (da tutti conosciuto come Hannes) e si di un dispositivo indossabile, leggero ed estremamente flessibile, che funziona grazie ad una coppia di sensori che rilevano il movimento dei muscoli residui. La mano robot, che sarà disponibile a partire dal 2019, è stata sviluppata dal Centro protesi Inail e i ricercatori dell’Istituto italiano di Tecnologia.

TUMORE AL SENO. TORNA A ROMA LA ‘RACE FOR THE CURE’

Con la 19esima ‘Race for the cure’ tornano a Roma le ‘donne in rosa’ protagoniste della lotta al tumore al seno. Dal 17 al 20 maggio il Circo Massimo accoglierà decine di migliaia di partecipanti (65mila le presenze del 2017) alla più grande manifestazione del genere non solo in Italia, ma in tutto il mondo, organizzata dalla Susan G. Komen. Prima grande novità di quest’anno è la durata di 4 giorni invece di 3, con ancora più laboratori, consulenze specialistiche ed esami diagnostici e ingressi gratuiti nei musei per tutti gli iscritti. Testimonial dell’iniziativa, insieme all’attrice Maria Grazia Cucinotta, anche Rosanna Banfi.

MIGRANTI. SERGIO CASTELLITTO SARÀ PIETRO BARTOLO, MEDICO DI LAMPEDUSA

Sergio Castellitto sarà Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa da quasi 30 anni in prima linea nel fronteggiare il fenomeno degli sbarchi sull’isola siciliana. L’attore sarà infatti protagonista del film ‘Lacrime di sale’ di Maurizio Zaccaro, di cui da poco sono iniziate le riprese. Dopo il successo di ‘Fuocoammare, il documentario di Gianfranco Rosi vincitore nel 2016 dell’Orso d’oro a Berlino, il cinema torna dunque a parlare di migranti.

14 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»