Martina: "Sudditanza psicologica verso Renzi? Assolutamente no. E nessuno scontro"

Politica

Martina: “Sudditanza psicologica verso Renzi? Assolutamente no. E nessuno scontro”

ROMA – Il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, ospite questa mattina di Non Stop News, programma condotto da Pierluigi Diaco, Giusi Legrenzi e Fulvio Giuliani, in onda su Rtl 102. 5 e in Radiovisione sul canale 36 del DT e sul 750 di Sky, risponde subito alla domanda diretta dei conduttori: “In me sudditanza psicologica nei confronti di Matteo Renzi? No, abbiamo diverse opinioni a volte, ma nessuna sudditanza“, ha risposto.

“Ci sono diverse personalità nel partito e lui è una personalità di primo piano senza dubbio. Io ho sempre lavorato per cercare punti di equilibrio, e comporre le diversità tra noi. Nessuno deve fermarsi perché la battaglia è di tutti, ora dobbiamo ripartire dal Paese, dal dopo 4 marzo. Ed è il momento di lavorare insieme, sul futuro del nostro Paese”.

In un momento successivo, poi, Martina approfondisce: “Non sono intervenuto il giorno dopo la sua intervista da Fazio (in cui Renzi ha di fatto chiuso alla trattativa con il M5S, ndr.) perché non pensavo di dover intervenire. E non c’è nessun scontro tra noi. Non mi ci metterò mai a vietare di andare o non andare da qualcuno in tv. Io e lui (Renzi, ndr) abbiamo avuto diverse opinioni, io volevo parlare con i Cinque Stelle lui no, ma anche Di Maio ha chiuso subito la partita, dopo l’intervista con un post su Fb”.

Ma “Renzi sta preparando un partito nuovo?” incalzano in conduttori: “No assolutamente, lo ha smentito anche lui. Conosco la partecipazione di Renzi alla sfida del Pd, so cosa ha fatto e cosa può fare ancora”, la risposta di Martina.

14 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»