Libia, Gentiloni: “Caos che mette a rischio la tenuta del governo”

Quindi, per Gentiloni il governo può cadere non solo "per il disastro economico"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’Italia è isolata in Europa e il caos libico, oltre a un rischio di ripresa dei flussi migratori, comporta un rischio per la tenuta del governo”. Lo ha detto l’ex presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in un’intervista a ‘La Stampa.

Quindi, per Gentiloni il governo può cadere non solo “per il disastro economico”. E in caso di crisi c’è solo il ritorno alle urne, “perché non esiste alcuna possibilità di un sostegno del Pd a un eventuale governo tecnico”.

La situazione in Libia inoltre può evere “conseguenze sulla sicurezza”. Perché “è chiaro- sottolinea Gentiloni- che la Libia nel caos significa anche un pericolo di infiltrazioni dalla frontiera con la Tunisia di gruppi qaedisti e in particolare di Ansar al-sharia”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

14 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»