Tecnocasa: Nessun turista compra “seconda casa” sul Titano

san-marino_strade

SAN MARINO – Difficoltà per gli affitti a turisti, meglio il mercato delle compravendite immobiliari, ma concentrato nei tre Castelli più serviti- Borgo, Serravalle e Domagnano- e con budget sotto i 250 mila euro. L’ufficio studi del gruppo Tecnocasa, rete di franchising immobiliare presente nella Repubblica di San Marino con un’agenzia affiliata dal 2002, scatta la fotografia dell’offerta e della domanda del settore sul Titano. Si colgono così le peculiarità rispetto l’andamento del circondario: aperture per i neo-residenti imprenditori, ma forti limitazioni normative per i non residenti interessati ad una casa per la vacanze.

“L’offerta immobiliare- spiega Luca Chezzi, affiliato Tecnocasa- è composta prevalentemente da appartamenti, in maggioranza trilocali e soluzioni semi-indipendenti come villette a schiera e bifamiliari”. Poca offerta invece c’è per le soluzioni indipendenti: “Non hanno un ampio mercato- spiega Chezzi- a causa dei prezzi elevati”. La domanda immobiliare è infatti composta da giovani coppie o famiglie con un acquisto di prima casa il cui budget oscilla tra 180-250 mila euro. Una novità tra gli acquirenti di immobili è rappresentata dagli imprenditori non sammarinesi che, grazie alle disposizioni normative in vigore nella piccola Repubblica da qualche anno, volte ad incentivare lo sviluppo economico, possono ottenere la residenza a fronte della presentazione di un piano occupazionale e di un investimento non minore di 300 mila euro in un immobile, di qualsiasi tipologia. Musica diversa sul fronte delle locazioni: “Nell’ultima analisi effettuata sul mercato degli affitti residenziali- spiega Chezzi- è emersa una significativa difficoltà legata all’essere uno Stato indipendente con regolamentazioni proprie, anche per questo motivo il mercato turistico seconda casa non è previsto“. I canoni medi mensili richiesti, riferiti al bilocale, sono di 500 euro con tipologie di contratto 3+2. Le zone più richieste sono, come per le compravendite, quelle più servite, come il Castello di Serravalle.

14 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»