Foto hard della deputata Sarti, il ‘commissario’ Salvini indaga

L'editoriale di Nico Perrone, direttore dell'Agenzia Dire, per DireOggi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Monta la polemica sulle vecchie foto hard di Giulia Sarti, deputata del M5S, rispuntate fuori su tutti i social del mondo politico italiano. La novità è che il ministro dell’Interno, leader della Lega, Matteo Salvini, ha chiesto alla polizia postale di indagare. Va ricordato che Sarti è già finita nel mirino dei probiviri del M5S che devono decidere se cacciarla per aver calunniato il suo ex fidanzato, accusato di averle distratto i soldi destinati al Movimento. Ex fidanzato che, parlando con i media, ha detto che Sarti aveva riempito casa sua di videocamere che hanno ripreso tutto quello che accadeva lì dentro.

Ora bisognerà vedere che cosa troverà la polizia postale in quelle registrazioni. Certo è che, seppur ora nei panni della vittima dopo questo bieco attacco, secondo i ‘grillini’ Sarti verrà cacciata dal Movimento.

«E non ci preoccupa quello che farà – dicono fonti interne- perché nessun partito se la caricherà, e lei ha tutto l’interesse a continuare ad appoggiare col suo voto il M5S». Non solo, tra Lega e M5S c’è ancora polemica sulla cosiddetta Via della Seta, il mega accordo con la Cina.

Ora Salvini fa finta di tornare indietro – dicono fonti dentro il M5S – ma il dossier è nelle mani della Lega, sono loro che vogliono quell’accordo. Se il sottosegretario Giorgetti quando è andato negli Usa ha ricevuto l’altolà, non è che possono far sembrare che adesso è il M5S a frenare. Sono loro i filorussi che devono stare attenti, noi siamo filoamericani da sempre».

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

14 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»