Sciopero per il clima, i presidi non ci stanno: “Ragazzi strumentalizzati”

"Al clima dovremmo dedicare più attenzione, ma non credo che saltare una lezione sia il modo migliore per farlo", dice il presidente dell'Anp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Premesso che quella riguardante il clima è una questione a cui dovremmo dedicare molta più attenzione, tuttavia non credo che saltare una lezione sia il modo migliore per farlo. Per questo sono totalmente d’accordo con il ministro Bussetti. Le lezioni devono essere garantite”. Così, all’agenzia Dire, il presidente nazionale dell’Associazione nazionale Presidi, Antonello Giannelli a proposito della manifestazione di domani ‘Fridays for the future’. 

Leggi anche: #FridayForFuture: i giovani in sciopero contro i cambiamenti climatici

“Gli adolescenti non hanno chiaro di cosa stanno parlando e, come spesso succede in questi casi, sono stati strumentalizzati. Credo sia molto più utile stare a scuola e studiare le questioni ambientali che fare le manifestazioni. In questo modo l’effetto è solo quello di saltare un giorno di lezione”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

14 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»