Welfare

La Figc compie 120 anni: un amore mai spezzato

ROMA – Da ‘Unomattina’ di domani con il ct Luigi Di Biagio fino a ‘La Domenica Sportiva’ con il vicecommissario della Figc, Alessandro Costacurta, preceduto qualche ora prima dal commissario Roberto Fabbricini ospite di ’90 Minuto’. E’ un palinsesto ‘azzurro’ Nazionale quello che la Rai dedica ai 120 della Federcalcio, nata il 15 marzo del 1898, grazie ad approfondimenti e spazi informativi collocati durante la programmazione quotidiana sia televisiva che radiofonica. Tanti i temi affrontati, dalle emozioni storiche ai trionfi indimenticabili fino alla riflessione sull’attualita’, alla mancata qualificazione della Nazionale ai Mondiali in Russia e al rilancio del calcio. 

Slogan delle celebrazioni? ‘Si’Amo il calcio, da 120 anni’

 “La relazione tra la Rai e la Nazionale dura ormai da 65 anni e lega tutto il Paese”, ha ricordato il direttore di Raisport, Gabriele Romagnoli, durante la conferenza di questa mattina nella sede della Federcalcio in via Allegri a Roma. I 120 anni della Figc sono “un traguardo bellissimo, strepitoso. Stiamo organizzando le cose nel migliore dei modi perche’ la ricorrenza venga a suggellare quello che non e’ mai mancato, il filo d’amore tra l’Italia e la Nazionale- spiega il commissario della Figc, Roberto Fabbricini- Un filo che ritengo mai spezzato, perche’ anche se c’e’ stata una sconfitta pesante mesi fa (a novembre contro la Svezia, costata l’esclusione dal Mondiale, ndr) che ci ha vietato un sogno estivo, devo dire che questa grande delusione e’ la dimostrazione che l’amore non e’ mai venuto meno, non c’e’ disinteresse. Quando c’e’ apprezzamento e voglia di avere emozioni vuol dire che il filo d’amore c’e’ e va soltanto rinsaldato. Questi 120 anni hanno soprattutto questo scopo”. 

Nel prossimo weekend la Figc scendera’ in piazza con ‘Calcio per tutti’: i bambini potranno giocare nelle piazze delle 22 principali citta’ italiane attraverso un format che permettera’ ai giovani di divertirsi insieme alle loro famiglie

Lunedi’, poi, apriranno le porte al pubblico anche i centri federali territoriali operativi in tutta Italia, mentre tra fine marzo e inizio aprile si terranno due eventi classici del panorama calcistico stagionale: la ‘Panchina d’oro’ e la ‘Hall of Fame’ del calcio italiano. Il 15 aprile sara’ presentato al Vinitaly di San Patrignano il vino celebrativo per i 120 anni della Federcalcio, ma tanti altri saranno gli appuntamenti dedicati nei prossimi mesi anche al settore femminile e giovanile. Atto conclusivo, la rievocazione storica con il convegno ‘Dove tutto ebbe inizio’ il 4 giugno a Torino. 

COSTACURTA: CON FIGC NUMERI IMPORTANTI, AIUTA GIOVANI A CRESCERE

“Ci sara’ una serie di eventi che andranno avanti per tutto l’anno solare e in cui evidenzieremo il percorso della Federazione. Sono numeri importanti: non dimentichiamoci che ci sono un milione e 300mila persone tesserate, ‘sotto contratto’ con la Figc, e ci sono 600mila gare ufficiali regolate, di cui quasi 400mila vedono protagonisti i ragazzi. Solo questo dovrebbe aprirci gli occhi e farci ringraziare la Federazione, perche’ il percorso sportivo aiuta i giovani a crescere”. A dirlo e’ Alessandro Costacurta, vicecommissario della Figc, a margine della conferenza stampa.

14 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»