Lazio

Roma, maltratta ragazza in strada: arrestato ‘innamorato’ violento

ROMA – I Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola e i militari dell’Esercito impiegati nell’operazione ‘Strade sicure’ del Raggruppamento Lazio-Umbria-Abruzzo, impegnati in un servizio di pattuglia congiunto nei pressi della stazione della metropolitana Laurentina, hanno arrestato due fratelli bosniaci di 22 e 30 anni, con le accuse di maltrattamenti e sequestro di persona.

La pattuglia ha notato i fratelli che, con le maniere forti, stavano costringendo una connazionale di 25 anni – fidanzata del 23enne – a salire sulla loro auto contro la sua volontà.

Grazie al loro tempestivo intervento, i Carabinieri e i militari dell’Esercito sono riusciti a sbarrare la strada al veicolo che nel frattempo stava per immettersi nel traffico e darsi alla fuga, mettendo in salvo la ragazza.

I due cittadini bosniaci sono stati ammanettati e portati nel carcere di Regina Coeli, dove rimarranno a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

14 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»