AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Guida ubriaco e finisce nel Tevere, lo recuperano le Forze dell’ordine

ROMA – Ubriaco al volante, avrebbe ignorato segnali e cartelli di lavori in corso imboccando ad alta velocità il ponte Due Giugno, che in quel momento era sollevato per lavori, finendo nel Tevere con la sua auto dopo un salto nel vuoto.

E’ successo questa notte a Fiumicino: l’uomo, di circa 60 anni, è stato salvato con un intervento congiunto di Capitaneria, Vigili del fuoco e Polizia, ed è ora ricoverato all’ospedale Grassi di Ostia.

“Desidero ringraziare le forze dell’ordine intervenute durante la notte e nella mattinata odierna in cui ho seguito le operazioni di recupero nella fossa Traianea dell’auto che è finita in acqua: Capitaneria di porto, Vigili del fuoco, sommozzatori e Polizia di Stato”, commenta il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino.

Secondo una prima ricostruzione di quanto avvenuto, spiega Montino, “un uomo intorno ai 60 anni questa notte ha ignorato tutte le segnalazioni che avvisavano i lavori in corso di ordinaria manutenzione del Ponte Due Giugno, oltrepassando sbarre e segnaletica alla guida di una Peugeot 1007 nera e finendo in acqua. Al momento dell’incidente il ponte era sollevato e i lavori in corso erano segnalati da adeguata cartellonistica e luce rossa di stop”.

“Dalle prime informazioni fornitemi da alcuni testimoni, l’auto viaggiava a velocità molto sostenuta ed è finita con la parte anteriore dell’auto sotto la sbarra, rompendo la tendina di metallo che scendeva fino a terra– prosegue il sindaco- L’urto ha sollevato la sbarra e l’auto ha continuato la sua corsa con un salto nel vuoto, visto che il ponte in quel momento era sollevato per lavori, finendo in acqua al centro del fiume. Fortunatamente, grazie anche all’intervento degli operai che stavano facendo la manutenzione e hanno soccorso la persona caduta in acqua, l’uomo è stato recuperato anche grazie all’intervento del 118 e della Polstrada. Attualmente è ricoverato all’ospedale Grassi di Ostia.

Secondo Montino “sembrerebbe che l’uomo, al momento dell’incidente, fosse alla guida in stato di ebbrezza. Le operazioni per rimuovere l’auto dal fiume si sono concluse intorno alle 12 di questa mattina. Nei prossimi mesi il ponte, che ha necessità di manutenzioni continue, subirà una profonda ristrutturazione, con la sostituzione completa della vecchia struttura e di tutti gli apparati di sollevamento. Un’operazione che provocherà inevitabili disagi sulla circolazione per circa un mese, periodo durante il quale il ponte sarà inagibile. Tuttavia renderemo pubblici gli interventi per la nuova viabilità e il cronoprogramma puntuale dei lavori in corso”.

14 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988