Ecco il decreto semplificazioni, dal prestito ad Alitalia al sostegno alle Pmi

Confermato il prestito ponte ad Alitalia da 900 milioni, da rimborsare entro il 30 giugno 2019
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dal prestito ponte ad Alitalia all’abolizione del Sistri fino alle garanzie finanziarie per le piccole e medie imprese. Sono alcune delle misure contenute nel decreto semplificazioni varato ieri dal Consiglio dei ministri. Il governo ha approvato anche una legge delega sulla revisione del Codice degli appalti e per il codice unico del lavoro.

Il primo dei dieci articoli del decreto semplificazioni prevede, nell’ambito del Fondo di garanzia per le pmi, una dotazione finanziaria iniziale di 50 milioni di euro, con una sezione speciale dedicata a interventi di garanzia in favore delle piccole e medie imprese che sono in difficoltà nella restituzione delle rate di finanziamenti già contratti con banche e intermediari finanziari e sono titolari di crediti nei confronti delle pubbliche Amministrazioni.

E’ confermato il prestito ponte ad Alitalia da 900 milioni, da rimborsare entro il 30 giugno 2019. Le risorse impattano solo in termini di fabbisogno, non sul deficit, e sono coperte dalla Cassa Servizi Energetici e Ambientali.
Dal 1° gennaio 2019 è soppresso il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri). Infine, vista la carenza dei medici di base, il decreto dispone che potranno essere assegnati incarichi ai medici di famiglia anche prima che questi abbiano terminato il corso di formazione specifica.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

13 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»