Genova, Toti: “Ponte pronto nel 2020 o qualcuno ne renderà conto”

"Il governatore della Liguria all'attacco: "Il percorso che la Regione aveva intrapreso avrebbe consentito alla città di riavere un ponte al massimo in 15 mesi. Il governo ne ha scelto un altro"

Condividi l’articolo:

GENOVA – “Quel ponte deve essere pronto nel 2020 o qualcuno dirà la città di Genova per quale ragione non è pronto“. Così il presidente della Regione Liguria e commissario per l’emergenza di ponte Morandi, Giovanni Toti, stamattina a Genova a margine di un forum sui cambiamenti climatici.

“Quando tutto questo è cominciato- ricorda il governatore- ho detto che il percorso che la Regione aveva intrapreso avrebbe consentito alla città di riavere un ponte al massimo in 15 mesi. Il governo ha scelto un altro percorso: fin da allora ho messo dei paletti, oggi la clessidra corre. C’è chi si assume la responsabilità delle proprie scelte, noi siamo qui a collaborare in ogni modo possibile”.

Leggi anche:

13 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»