Migranti, sgomberato il presidio Baobab a Tiburtina. Salvini: “Zone franche non più tollerate”

Le forze dell'ordine stanno liberando il campo d'accoglienza in cui gli attivisti dell'associazione assistono circa un centinaio di migranti.

Condividi l’articolo:

In diretta da piazzale Maslax dove é in corso lo sgombero il presidio di Baobab Experience

Pubblicato da Agenzia di stampa DIRE su Martedì 13 novembre 2018

ROMA – È terminato lo sgombero del presidio di Baobab experience in piazzale Maslax. Le forze dell’ordine hanno liberato il campo d’accoglienza in cui gli attivisti dell’associazione assistono circa un centinaio di migranti.

Terminato l’allontanamento delle persone, è entrata in azione anche una ruspa. Un bobcat ha abbattuto le baracche di fortuna dei migranti sgomberati questa mattina.

QUESTURA: 120 PERSONE PRESSO UFFICIO IMMIGRAZIONE

Come deliberato in sede di riunione del Comitato Provinciale di Ordine e Sicurezza Pubblica, si sono svolte stamani le operazioni di sgombero dell’area c.d. “piazza Maslax” di via Gerardo Chiaromonte nelle adiacenze del lato est della stazione ferroviaria Tiburtina, occupata da un insediamento abusivo da numerose persone.

Sul posto oltre alla Polizia di Stato era presente anche personale del Dipartimento delle Politiche Sociali di Roma Capitale per gli aspetti di competenza e quello dell’Ama per la ripulitura dell’area in questione. Le operazioni si sono svolte senza criticità di rilievo. Sono 120 le persone accompagnate in via Patini per l’identificazione e la loro posizione è al vaglio. Lo comunica la Questura di Roma in una nota.

BAOBAB, TRA SGOMBERATI ANCHE UNA FAMIGLIA ITALIANA

C’è anche una famiglia italiana tra le persone sgomberate questa mattina nel presidio Ex Baobab di piazzale Maslax. 

LEGGI ANCHE:

I volontari del Baobab: “Qui aiutavamo i poveri, e continueremo”

Baobab, Zingaretti attacca: “Ora Salvini sgomberi Casapound”

Baobab, comitato stazione tiburtina: “Lo sgombero non basta”

SALVINI: “ZONE FRANCHE NON SONO PIÙ TOLLERATE”

“In corso lo sgombero di Baobab a Roma. Zone franche, senza Stato e legalità, non sono più tollerate. L’avevamo promesso, lo stiamo facendo. E non è finita qui. Dalle parole ai fatti”. Lo scrive su twitter il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

BAOBAB: “QUESTIONI SOCIALI A ROMA SI RISOLVONO CON POLIZIA E RUSPA”

Le questioni sociali, a Roma, si risolvono così: polizia e ruspa. Il Campidoglio a 5 stelle non è diverso né dai precedenti, né dalla Lega. Una vergogna infinita per questa città”. Lo scrivono su Twitter gli attivisti di Baobab Experience. “Stanno partendo due bus con sessanta persone verso l’Ufficio Immigrazione di Via Patini- scrivono ancora gli attivisti- Altri bus arriveranno. Ci sono almeno altre settanta persone al campo. Nessuna soluzione alternativa”.

FDI: “SGOMBERO PRIMO PASSO, ADESSO EX PENICELLINA A TIBURTINA”

“Da tempo denunciamo i casi di illegalità nella Capitale e le occupazioni abusive. Come Fratelli d’Italia avevamo già chiesto lo sgombero della tendopoli alle spalle della stazione Tiburtina in cui sono presenti 200 migranti e, grazie anche ai nostri solleciti, plaudiamo all’intervento di questa mattina che ha visto liberare la struttura. Ricordiamo che sempre in via Tiburtina l’ex fabbrica Penicellina è ancora occupata da centinaia di persone senza fissa dimora. Si tratta di uno degli stabili che attende di essere liberato ma che ancora sia il Governo che il Comune tentennano ad intervenire. E’ notizia di oggi che 34 migranti sono stati rinviati a giudizio perché due anni fa avevano rotto i sigilli apposti per proteggere l’area da eventuali occupazioni. Lo sgombero del centro Baobab è solo un primo passo, adesso liberare l’ex fabbrica Penicellina in via Tiburtina e trovare una soluzione definitiva affinché la struttura non venga nuovamente occupata”. E’ quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fdi, Fabrizio Ghera capogruppo alla Regione Lazio e i consiglieri del Municipio IV, Gianni Ottaviano capogruppo e Luca Scerbo consigliere.

FASSINA: “RUSPE DI SALVINI AGGRAVANO SICUREZZA”

“Dove vanno le persone sgomberate stamattina dal parcheggio dietro la stazione Tiburtina e prese in carico dai volontari dell’Associazione Baobab? Salvini usa la ruspa e aggrava i problemi sociali e di sicurezza a Roma. Ci saranno 200 persone in più per strada senza nessun tipo di assistenza”. Così Stefano Fassina a Omnibus su La7 commenta l’ennesimo sgombero dello spazio gestito da Baobab.

“La sindaca Raggi rimane a guardare? È inaccettabile che si continui a sgomberare senza predisporre soluzioni alternative. I volontari del Baobab da anni suppliscono alla drammatica carenza di servizi di accoglienza e integrazione a Roma per i migranti, in particolare transitanti. Quando Governo, Regione Lazio e Comune di Roma affronteranno le cause strutturali delle occupazioni? Continuare sulla scia di Salvini a trattare ogni problema sociale come questione di ordine pubblico aumenta i rischi per tutti”, conclude Fassina.

Leggi anche:

13 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»