Addio a Stan Lee, è morto il papà dei supereroi Marvel

Aveva 95 anni. Ha ideato e dato vita ad alcuni dei personaggi più famosi del mondo dei fumetti: da I Fantastici Quattro a Spider-Man

Condividi l’articolo:

ROMA – A 95 anni si è spento ieri Stan Lee, il padre dei supereroi Marvel. Nato da una famiglia di immigrati romeni  negli Stati Uniti, Stanley Martin Lieber (questo il suo vero nome) ha ideato e dato vita ad alcuni dei personaggi più famosi dei fumetti, che negli ultimi anni sono diventati protagonisti di tante avventure anche sul grande schermo, registrando incassi milionari al botteghino.

STAN LEE E I ‘SUPEREROI CON SUPERPROBLEMI’

Dai I Fantastici Quattro, nati nel 1961 per l’editore Martin Goodman grazie alla collaborazione con il fumettista Jack Kirby, a Spider Man, che ha visto la luce l’anno seguente, i supereroi targati Lee si caratterizzano per la loro umanità e complessità, in netta contrapposizione con l’universo DC. E probabilmente proprio il loro essere “supereroi con superproblemi” è stata la loro carta vincente.

Negli anni successivi Lee da alla luce Thor, Iron Man, gli X-Man, il Dottor Strange, Daredevil e tanti altri, creando un universo narrativo in cui le storie dei suoi personaggi si intrecciano dando origine a nuove avventure.

STAN LEE, CAMEO NEI FILM MARVEL

Lee è stato presidente e direttore editoriale della Marvel Comics per molti anni ed è rimasto l’uomo immagine dell’azienda anche dopo essersi ritirato. Celebri i suoi cameo nei film dell’universo Marvel che, come lui stesso aveva predetto, hanno permesso di riportare in vita un genere destinato altrimenti a un lento declino in seguito alla crisi dei fumetti iniziata a fine anni ’60.

Leggi anche:

13 Nov 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»