Maker Faire 2018, l’innovazione che migliora la vita | GALLERY

ROMA  – Le innovazioni tecnologiche per migliorare la qualità della vita: c’è spazio anche per la salute al Maker Faire 2018, il più importante spettacolo al mondo sull’innovazione.

Ecco una carrellata delle principali invenzioni presentate a Roma negli scatti dell’Agenzia Fotogiornalistica Contrasto.

MARIO

Mario ha 5 funzioni: ricorda gli impegni della giornata e orari di medicine, -avverte di pericoli o dimenticanze riconoscendo immagini preimpostate che corrispondono a particolari situazioni, intrattiene con una barzelletta o una canzone, trasporta per percorsi prestabiliti gli oggetti riposti sulla sua superficie, ritrova oggetti con il comando vocale.

Utilizza una RASPBERRY PI3 e una scheda ARDUINO-MEGA. Possedendo una TELECAMERA A SENSORI, si muove in completa autonomia ed essendo connesso ad un’applicazione wireless per smartphone (LU4R) può ricevere i comandi vocali impartiti e agire di conseguenza.

ABBIGLIAMENTO EASYEM PER DISABILI MOTORI AGLI ARTI SUPERIORI

Nell’ambito “Salute e qualità della vita: ausili per la disabilità ma anche per la vita quotidiana….” presentiamo EasyEM l’abbigliamento concepito per semplificare la vita quotidiana a migliaia di ragazzi e ragazze con disagi motori agli arti superiori (disabilità croniche, fratture, distorsioni, amputazioni, disabilità neurologiche, utilizzo di protesi) in particolare dai 5 ai 14 anni.

I prodotti di punta sono: felpe, gilet, giubbotti EasyEM facili da mettere, da chiudere, da gestire e da togliere, in piena autonomia con una sola mano. Senza dimenticare l’attenzione alla Moda ed al Design e che rispettino i gusti dei ragazzi, aumentando l’autostima e riducendo il senso di inadeguatezza nei confronti degli altri. 
Curiamo inoltre l’aspetto riciclo ed attenzione all’ambiente cercando di utilizzare materiale di recupero oppure da riciclo (es: pile riciclato da bottiglie di plastica).
Offriamo prodotti standard ma anche un servizio su misura per rispettare al massimo le esigenze dell’utilizzatore in base alla particolarità della disabilità.

“DEEBEE.IT – INNOVAZIONE E DIABETE”

Pensate a un bambino diabetico, con continue crisi ipoglicemiche. Come può andare a scuola senza continui controlli della glicemia? Se una volta non era possibile, oggi lo è ed è alla portata di tutti grazie a un progetto rivoluzionario. Per esempio, papà in ufficio e con la figlia (diabetica) all’asilo nido, ora può vedere in tempo reale sul suo smartwatch, e sul suo PC, la glicemia. E intervenire, chiamando l’istituto e dicendo di somministrare zucchero di caso di ipoglicemia. Senza questa tecnologia, non potrebbe lavorare e dovrebbe stare a casa con la figlia (e niente nido…)

ABBI-K

ABBI-K è un sistema tecnologico per la riabilitazione della percezione spaziale dei bambini con cecità. Il sistema è stato creato dalle unità di ricerca U-VIP (Unit for Visually Impaired People) e RBCS (Robotics Brain and Cognitive Sciences) dell’Istituto Italiano di Tecnologia in collaborazione con altre università all’interno di un progetto europeo iniziato nel gennaio 2014 e conclusosi nel gennaio 2017 (FP7-ICT-2013-10-611452).

Il sistema comprende un braccialetto sonoro (ABBI – Audio Bracelet for Blind Interaction) da utilizzare nella fase di riabilitazione, che permette di associare ai movimenti un feedback acustico, dando la possibilità ai bambini con disabilità visiva di percepire i propri movimenti in maniera più appropriata, al pari dei bambini senza disabilità visiva che sfruttano l’associazione visuo-motoria per sviluppare competenze spaziali.

Il sistema comprende anche un kit (K) per la misurazione delle suddette competenze spaziali, da utilizzare nella fase di valutazione prima e dopo la riabilitazione. Il sistema prevede infine l’utilizzo di due applicazioni per il controllo di ABBI e del kit. ABBI-K è stato validato a livello italiano su un campione di circa 40 bambini da 3 a 18 anni grazie al contributo di diversi centri di riabilitazione della disabilità visiva 

MANII

Manii è un gioco interattivo e didattico che attraverso il suo aspetto giocoso e divertente aiuta l’apprendimento dell’alfabeto LIS e l’integrazione sordo-udente.
Il suo obiettivo è quello di cercare di migliorare l’INTEGRAZIONE tra bambini udenti e bambini sordi partendo dalla scuola dell’infanzia dove l’apprendimento è molto veloce e spesso legato alla gestualità.

HELFY

“HELFY” (HELp For You) nasce con l’idea di aiutare le persone anziane in difficoltà all’interno delle loro abitazioni.

Si tratta di un sistema composto da un braccialetto, un sistema di videosorveglianza e una piattaforma cloud. Il braccialetto è dotato di un semplice pulsante che dovrà essere premuto nel caso il soggetto anziano si trovi in difficoltà all’interno della propria abitazione. Il braccialetto è collegato via WiFi ad Internet. Questo permetterà al server ControlloCasa di ricevere la richiesta di aiuto e tempestivamente informare i parenti. La richiesta di aiuto verrà sia inoltrata sotto forma di email che tramite chiamata telefonica.

Il sistema provvederà a chiamare tutti i numeri che sono stati registrati nel portale ControlloCasa. I parenti, una volta allertati potranno vedere cosa sia realmente successo in casa della persona anziana tramite il sistema di videosorveglianza, al quale potranno avere accesso dal portale ControlloCasa. Grazie alla videosorveglianza i parenti non solo potranno accertarsi di cosa stia avvenendo in tempo reale ma potranno accedere alle immagini registrate dei momenti antecedenti alla richiesta di aiuto. Questo aiuta a ridurre sensibilmente i falsi allarmi dovuti a erronee pressioni sul pulsante del braccialetto Aiutoso,

La persona anziana, tramite segnali luminosi, verrà informata che la sua richiesta di aiuto è stata inoltrata e anche quando qualcuno dei suoi parenti la abbia correttamente ricevuta.

Infatti il parente avvisato dovrà confermare al server di aver ricevuto la richiesta di aiuto. Questo garantisce che la persona in difficoltà possa tranquillizzarsi sapendo che qualcuno sta intervenendo in suo aiuto.

Il braccialetto è stagno e quindi utilizzabile anche durante il bagno da parte della persona anziana. La durata della batteria è di circa 1 anno.

Il sistema di videosorveglianza è composta da classiche camere WiFi connesse al router di casa.

BABY OPTICAL. (IL SISTEMA ANTI ABBANDONO IN AUTO).

Dispositivo anti-abbandono per i bambini su seggiolino, attualmente l’unico sistema concepito per funzionare sulla rilevazione dell’effettiva assenza del bambino sul seggiolino e non sulla presenza; ciò garantisce una maggior efficacia ed abbatte le probabilità di mancato funzionamento, non richiede modifiche elettroniche o strutturali ai seggiolini attualmente in commercio e dà possibilità di ulteriori applicazioni in ambito “Smart Car”.

Un secondo nostro sistema è invece capace di rilevare la presenza di un bambino, persona o animale imprigionati a bordo dell’auto, bagagliaio compreso.

HITEGLOVE-DAMBROS

Questo progetto nasce da una collaborazione tra il gruppo Hiteg e la DAM Bros Robotics. Hiteg (www.hiteg.uniroma2.it) ha realizzato un guanto sensorizzato per la misura dei movimenti della mano.

DAM Bros Robotics (www.dambrosrobotics.it) ha realizzato una mano meccanica antropomorfa capace del movimento di tutte le articolazioni delle dita.
Le due realizzazioni creano uno strumento per un soggetto che, indossando il guanto sensorizzato, può agire a distanza muovendo la mano antropomorfa.

Questo permette di operare in condizioni di sicurezza quando occorre intervenire in un contento pericoloso.

NOVISLAB

La missione di NoVisLab è portare ai ciechi il mondo del videogioco.

Da ciò nasce Dike: il primo controller che attraverso vari sensori capta i movimenti e le gesture della mano restituendo feedback vibrazionali e acustici. Si dà così modo all’utente di interagire ed immergersi nella realtà virtuale dei giochi creati e raccolti nella piattaforma che il team sta sviluppando in collaborazione con la Polisportiva U.I.C.

E’ da questa sinergia che nasce un prodotto in grado di regalare emozioni e divertimento a una fetta di popolazione troppo spesso dimenticata dal mercato dei giochi e videogiochi.

L’Agenzia Contrasto

All’ agenzia Fotogiornalistica Contrasto, dal 1986 punto di riferimento nel campo della fotografia di qualità, è affidato quest’anno il racconto attraverso fotografie e video della grande festa dell’inventiva aperta a ogni forma di creatività – design, elettronica, artigianato digitale, salute e qualità della vita, arte, droni, energia, sostenibilità, open source, il negozio del futuro, area kids, aerospazio, robot…
 
13 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»