AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Stasera su Rai 2 riparte l’ispettore Coliandro, il nuovo trailer è tutto da ridere

BOLOGNA – “Mi raccomando, quest’anno puntate meno rocambolesche“. Lo sapete chi lo chiede allo sceneggiatore Carlo Lucarelli? L’ispettore Coliandro nello spassosissimo trailer girato per lanciare la nuova serie dell’ispettore Coliandro, in onda da stasera su Rai 2 alle 21.10. Nel filmato si vede Lucarelli che cammina sotto i portici di Bologna e viene avvicinato da un Giampaolo Morelli tutto incerottato e malmesso.

“Oh, ma le nuove puntate?“. “Le sto scrivendo, anzi vado proprio ora a finire”, risponde lo scrittore. “Mi raccomando, meno rocambolesche dell’anno scorso, guarda come mi sono combinato!”. Lucarelli gli risponde: “Tranquillo, tranquillo, vedrai” e accelera con aria visibilmente ‘seccata’. Coliandro, rimasto al palo, se ne esce con una espressione delle sue: “Vedrai la minchia, vedrai…“. Neanche il tempo di finire la frase che, pochi metri più in là, parte una sparatoria in grande stile e Coliandro è costretto ad accorrere.


La serie nata dalla pena di Lucarelli che ha per protagonista l’impacciato e sopra le righe ispettore di polizia con la giacca in pelle e gli occhiali scuri è arrivata alla sesta serie: riparte stasera con sei  nuoviepisodi che vedranno il poliziotto alle prese con situazioni di volta in volta differenti, nel tentativo di difendere le strade della città di Bologna dalla criminalità. Nel cast, insieme a Giampaolo Morelli, ritroveremo Paolo Sassanelli, Giuseppe Soleri, Veronika Logan, Alessandro Rossi, Caterina Silva, Benedetta Cimatti, Luisella Notari e Max Bruno.

La fiction, tornata sugli schermi nel 2016 dopo ben 6 anni di attesa, ha conquistato un seguito di pubblico sempre maggiore, tanto da arrivare a parlare di “Coliandromania“. Il successo della quinta stagione è stato eclatante: la prima puntata ha totalizzato 3 milioni di spettatori, il miglior risultato di Rai 2 negli ultimi 10 anni.

LEGGI ANCHETorna il 13 ottobre l’ispettore Coliandro, anteprima su Rai Play

13 ottobre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988