Marocco, in vigore legge anti-molestie: previste pene più gravi

ROMA – Una legge che aggrava le pene e le sanzioni per i colpevoli di violenze e molestie sessuali è entrata in vigore in Marocco. Il provvedimento, noto come Legge Hakkaoui, dal nome del ministro per la Famiglia e le donne che l’ha promosso, era stato approvato in parlamento lo scorso 14 febbraio. Tra le fattispecie di reato prese in considerazione anche le molestie telefoniche e online. Perlopiù positivo il giudizio delle associazioni, che però hanno sottolineato come la legge sia solo un primo passo sulla via dei diritti e della parità di genere.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

13 settembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»