Politica

Casalino: “Sul ‘ Foglio’ solo una battuta, credo in libertà stampa”

ROMA – “Chi mi conosce sa bene che sono solito fare battute. E una battuta era anche quella rivolta al giornalista de Il Foglio, in un momento informale di festeggiamenti per i vitalizi. Sono certo che Salvatore Merlo ne fosse ben consapevole, considerando che ho specificato anche con lui che stavo scherzando. Credo fortemente nella libertà di stampa e nel pluralismo dell’informazione, sono il primo a volere che ci siano più mezzi di informazione possibili, ovviamente abolendo il finanziamento pubblico”. Lo afferma Rocco Casalino, portavoce del presidente del consiglio riferendosi alle sue dichiarazioni di ieri al giornalista del quotidiano diretto da Claudio Cerasa,  Salvatore Merlo. Durante i festeggiamenti in piazza Montecitorio per l’abolizione dei vitalizi, Casalino avrebbe apostrofato il cronista dicendo: ‘Adesso che il Foglio chiude, che fai? Mi dici a che serve il Foglio? Non conta nulla… Perché esiste?

Leggi anche:

ANZALDI (PD): ODG APRA ISTRUTTORIA SU MINACCE CASALINO A ‘FOGLIO’

“L’Ordine dei giornalisti di Milano, dove Rocco Casalino risulta iscritto, apra un’istruttoria sulle gravi minacce rivolte dal portavoce del presidente del Consiglio e di Palazzo Chigi contro il quotidiano ‘Il Foglio’ e il suo cronista Salvatore Merlo. Il presidente Conte dovrebbe prendere immediati provvedimenti. L’Ordine dovrebbe valutare di chiedere un intervento anche alla Fnsi e all’Associazione Stampa parlamentare”. Lo scrive su facebook il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi.  

CESA (UDC): CASALINO VOLTO LIBERTICIDA DELLA CASALEGGIO

“Da Casalino vero volto liberticida ed eversivo della Casaleggio. Che ruolo riveste oggi Casalino? Portavoce del premier e forse ancora portavoce del vicepremier. È’ evidente che la nostra democrazia è in pericolo. Non è un enunciato vuoto ma la cronaca di un continuo stato di assedio e di intimidazione nei confronti della libertà di  stampa. Anni fa la satira si scandalizzava dello strapotere di alcuni politici ma era libera di denunciarlo: oggi nessuno parla? L’Ordine dei giornalisti deve prendere immediatamente provvedimenti. O il clima di caccia alle streghe è tale che chi tocca i fili muore? A Salvatore Merlo la mia solidarietà”. Così il segretario nazionale Udc Lorenzo Cesa.

MALAN (FI): DA CASALINO INQUIETANTE DELIRIO DI ONNIPOTENZA

“Ora si capisce perché Beppe Grillo pubblicava brani di Adolf Hitler senza dissociarsene. Il portavoce del premier Conte, Casalino, che minaccia di chiusura  il Foglio, il vice capo del governo Di Maio che vuole licenziare i funzionari italiani che non sono d’accordo con le sue opinioni, sono indice di una inquietante mentalità totalitaria”. Lo dice Lucio Malan, vice capogruppo vicario di Forza Italia al Senato, per il quale “l’ignoranza non è una scusante. Onestà vorrebbe che chi non è in grado di capire che minacciare giornalisti e diplomatici è un insulto alla democrazia è ai diritti umani dovrebbe dimettersi. Ma l’Italia ha ancora gli anticorpi rispetto a questa violenza, per ora verbale. Gli italiani non sono disposti a dire “bye bye democrazia”. È bastata una volta”.

 

Ti potrebbe interessare:

13 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»