AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Economia, Gentiloni ottimista; triplicati i giovani poveri; addio di Landini alle tute blu


GENTILONI CAUTAMENTE OTTIMISTA SULL’ECONOMIA: TREND POSITIVO

Il sistema bancario italiano ha superato le difficolta’ maggiori. Il presidente del consiglio Paolo Gentiloni interviene all’inaugurazione della nuova sede di Bnl-Paribas a Roma e traccia un bilancio cautamente ottimista della situazione economica. La previsione di crescita per il 2017 e’ all’1,3% e si puo’ sperare che continui a essere corretta al rialzo. L’Europa- spiega- deve accompagnare il trend, perche’ la flessibilita’ non e’ uno sconticino chiesto dall’Italia ma va a vantaggio di tutti. Quanto alle banche, Gentiloni rivendica l’operato del governo: abbiamo salvato i risparmiatori- spiega- ma i responsabili devono pagare.

IN DIECI ANNI TRIPLICATI I GIOVANI POVERI

In Italia quasi 5 milioni di persone, per l’esattezza 4 milioni e 742mila, vivono in condizioni di poverta’ assoluta. Lo rivela l’Istat che descrive un quadro di sostanziale stabilita’ della poverta’. Tranne che per i giovani. Tra le persone in povertà assoluta i minori sono il 12,5% e i giovani tra i 18 e i 34 anni il 10,0%, tre volte di piu’ di quanto non fossero nel 2005. Un dato che rispecchia alla perfezione l’alto livello di discoccupazione giovanile. Il ministro del lavoro Giuliano Poletti promette: “Arriveremo rapidamente ad aiutare 200 mila famiglie. E a fine anno ci sara’ il reddito d’inclusione”.

BANCO ALIMENTARE: ACCELERARE MISURE DECISE DAL GOVERNO

Servono politiche di contrasto per fronteggiare la povertà, e un’alleanza tra attori pubblici e privati. Lo dice Marco Lucchini, segretario generale Fondazione Banco alimentare onlus, che commenta all’Agensir i dati Istat sulla povertà. I numeri dimostrano “che i poveri in Italia continuano ad essere troppi, soprattutto tra i minori. Bisogna accelerare i tempi d’attuazione delle misure decise dal Governo”, spiega Lucchini.

CRAVATTA ROSSA PER L’ADDIO DI LANDINI ALLE TUTE BLU

Ultimo giorno di Maurizio Landini alla Fiom. Oggi il leader delle tute blu, dopo l’ingresso nella segreteria della Cgil, si è dimesso e ha proposto Francesca Re David come nuovo segretario. Cravatta rossa con marchio Fiom regalata dai suoi collaboratori, selfie e felpe autografate per Landini che non si e’ commosso. Mezz’ora di intervento per spiegare il percorso che lo ha portato alla segreteria della Cgil e per illustrare la proposta della prima donna alla guida dei metalmeccanici della Cgil. “Fare il segretario è bello e complicato”, il singolare augurio di Landini.

13 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988