AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE welfare

L’addio di Landini alla Fiom: finita l’esperienza da segretario

M. Landini

ROMA  – Ultimo giorno per Maurizio Landini alla Fiom. Oggi il leader delle tute blu della Cgil si è dimesso e ha proposto all’assemblea generale, riunita al centro congressi Frentani, Francesca Re David come nuovo segretario.

Cravatta rossa con marchio Fiom per Landini che ha aperto i lavori, che si concluderanno domani con il voto del nuovo segretario. Mezz’ora di intervento per spiegare il percorso che lo ha portato martedì all’ingresso nella segreteria della Cgil e per illustrare i criteri della proposta della prima donna alla guida dei metalmeccanici della Cgil.

“Con l’elezione in segreteria della Cgil- annuncia- questa mattina ho dato le dimissioni da segretario della Fiom“.

Ora l’obiettivo “da realizzare, non scontato, è quello di una ricostruzione della gestione unitaria della Cgil valorizzando il pluralismo. La mia elezione in segreteria della Cgil non significa che la Fiom è entrata nella segreteria della Cgil” visto che la categoria è “autonoma e indipendente”. Parlando di Francesca Re David Landini sottolinea che si tratta di una “soluzione interna alla categoria che rafforza la sua unità” ed è “una proposta condivisa dalla Cgil: fare il segretario della Fiom è bello e complicato: servono capacità contrattuali ma anche nelle relazioni umane”, sottolinea.

L’obiettivo della nuova segreteria sarà quello di “garantire continuità e rinnovamento. È la prima volta che una compagna viene proposta alla guida della Fiom; anche questo è un punto di crescita della nostra organizzazione che non va sottovalutato”, conclude Landini.

13 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988