Aquarius, Lopez Aguilar: "Spagna non sia lasciata sola"

Europa

Aquarius, Lopez Aguilar: “Spagna non sia lasciata sola”

STRASBURGO – Ad occuparsi dell’emergenza immigrazione nel Mediterraneo “d’ora in poi non può essere solo la Spagna mentre tutti gli altri Paesi le voltano le spalle, la risposta deve essere europea“. Così l’eurodeputato spagnolo e socialista Juan Fernando Lopez Aguilar, gruppo S&D, ha commentato alla ‘Dire’ la decisione della Spagna di accogliere a Valencia la nave Aquarius con a bordo oltre 600 migranti.
“Prima avevamo un governo conservatore e di destra, oggi abbiamo un governo progressista e di sinistra impegnato nella causa europea e umanitaria”, continua Lopez Aguilar, raggiunto a margine della plenaria dell’Europarlamento, in corso a Strasburgo.

L’eurodeputato, dopo la decisione del governo di chiudere i porti alla nave della ong Sos Mediterranee, giudica “inaccettabile che un Paese fondatore come l’Italia lanci un simile messaggio di xenofobia”.  “La decisione del governo Sanchez gli dà l’autorevolezza morale e politica per sedersi al tavolo europeo e chiedere che l’Ue sia all’altezza delle sue promesse, del diritto europeo e dei diritti fondamentali”, conclude l’eurodeputato spagnolo.

(Di Alessio Pisanò)

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

13 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»