Europa

Salvini: “Francia chieda scusa e accolga i 9.000 immigrati”. Senza scuse Conte fa bene a non andare

ROMA – “Il problema non è il derby Italia-Francia, il problema è che la nostra storia non merita di essere apostrofata da alcuni termini e spero il governo francese dia le scuse ufficiali nel più breve tempo possibile“. Così il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, riferendo nell’aula del Senato su Aquarius.

“NON ACCETTIAMO INSULTI DA CHI RESPINGE”

Per Salvini ha fatto bene il ministro degli Esteri Moavero a convocare l’ambasciatore francese per “chiedere spiegazioni sugli insulti rivolti non solo al governo, ma a un popolo che è tra i primi al mondo per generosità, volontariato, solidarietà e accoglienza”. E aggiunge: “Se i francesi avranno l’umiltà di chiedere scusa pari e patta, amici come primi e si lavora in tutte le sedi. Però gli insulti da parte di chi respinge e chiude i porti non ne accettiamo“.

Se le scuse non dovessero arrivare? “Se non ci sono scuse ufficiali”, allora Conte fa bene a non andare a Parigi, ha detto Salvini più tardi ai giornalisti mentre lasciava il Senato dopo aver riferito in aula sul caso Aquarius.

“FANNO I FENOMENI E HANNO RESPINTO DONNE E BAMBINI”

“I francesi fanno i fenomeni ma hanno respinto più di diecimila persone alle frontiere con l’Italia, tra cui moltissime donne e bambini. Sommessamente ricordo poi che, sul fronte Nord Africa, paghiamo tutti l’instabilità portata proprio dai francesi in Libia e a sud della Libia”. Lo scrive su facebook Matteo Salvini, ministro dell’Interno.

“ITALIA RISVEGLIA UE, ORA DIFESA FRONTIERE E MEDITERRANEO”

“L’Italia oggi è tornata centrale e ha risvegliato l’Europa, spero che tutti i Paesi diano il loro contributo per l’obiettivo comune: difesa delle frontiere esterne, difesa del Mediterraneo“, aggiunge ancora Salvini.

“FRANCIA ACCOLGA 9 MILA VERSO CUI SI ERA IMPEGNATA”

“La Francia si era impegnata di accogliere 9.816 immigrati, ne ha accolti 640 in tre anni. Chiedo al presidente Macron di passare dalle parole ai fatti e di accogliere i 9 mila immigrati che si erano impegnati ad accogliere per dare un segnale di generosità concreta”. Così Salvini, riferendo più tardi nell’aula del Senato su Aquarius.

Leggi anche:

13 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»