Lazio

“Tornate nelle fogne”, Marino paga 200 euro per offese alla destra

ROMA – “Vi ricordate la nostra denuncia all’ex sindaco Ignazio Marino che durante un comizio alla Festa de l’Unità pronunciò l’ignobile frase rivolta al popolo della destra invitato a tornare nelle fogne? Oggi, finalmente, è stato portato a processo davanti al giudice di Pace e ha chiesto scusa. Marino ha staccato un assegno simbolico da 200 euro con cui aiuteremo una famiglia con bambino disabile, ed è stato costretto al pagamento delle spese processuali”. E’ quanto si legge sulla pagina facebook del consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia, Fabrizio Santori. “Finalmente- conclude Santori nel suo post- abbiamo reso giustizia a un’intera comunità di destra offesa nella sua dignità da parole inqualificabili che l’ex sindaco si è rimangiato”. L’episodio successe il 21 giugno 2015 durante un comizio alla Festa dell’Unità.

(La foto è tratta dal profilo Facebook di Fabrizio Santori)

13 giugno 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»